NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA AI SENSI DEL REGOLAMENTO UE 2016/679 (GDPR)

 

TITOLARE DEL TRATTAMENTO DEI DATI

Italian Gekko Association - IGA
Via Motta, 20
42028 - Poviglio (RE)
Codice fiscale: 91159510352

Indirizzo email del Titolare:  info@italiangekko.net

 

TIPOLOGIE DI DATI RACCOLTI

Il conferimento dei dati comuni sono necessari per garantire rispettivamente l’esecuzione dei rapporti contrattuali e il rispetto di procedure amministrative interne, adempimento di obblighi di legge o regolamenti vigenti in Italia. 

Fra i Dati Personali raccolti, in modo autonomo o tramite terze parti, ci sono: Cookie, Dati di utilizzo, nome, numero di telefono, email.

Dettagli completi su ciascuna tipologia di dati raccolti sono forniti nelle sezioni dedicate di questa informativa o mediante specifici testi informativi visualizzati prima della raccolta dei dati stessi.
I Dati Personali possono essere liberamente forniti dall'Utente o, nel caso di Dati di Utilizzo, raccolti automaticamente durante l'uso di questo Sito Web.
Se non diversamente specificato, tutti i Dati richiesti da questo Sito Web sono obbligatori. Se l’Utente rifiuta di comunicarli, potrebbe essere impossibile per questo Sito Web fornire il Servizio. Nei casi in cui questo Sito Web indichi alcuni Dati come facoltativi, gli Utenti sono liberi di astenersi dal comunicare tali Dati, senza che ciò abbia alcuna conseguenza sulla disponibilità del Servizio o sulla sua operatività.
Gli Utenti che dovessero avere dubbi su quali Dati siano obbligatori, sono incoraggiati a contattare il Titolare.
L’eventuale utilizzo di Cookie - o di altri strumenti di tracciamento - da parte di questo Sito Web o dei titolari dei servizi terzi utilizzati da questo Sito Web, ove non diversamente precisato, ha la finalità di fornire il Servizio richiesto dall'Utente, oltre alle ulteriori finalità descritte nel presente documento e nella Cookie Policy, se disponibile.

L'Utente si assume la responsabilità dei Dati Personali di terzi ottenuti, pubblicati o condivisi mediante questo Sito Web e garantisce di avere il diritto di comunicarli o diffonderli, liberando il Titolare da qualsiasi responsabilità verso terzi.

 

MODALITÀ E LUOGO DEL TRATTAMENTO DEI DATI RACCOLTI

MODALITÀ DI TRATTAMENTO

Il Titolare adotta le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l’accesso, la divulgazione, la modifica o la distruzione non autorizzate dei Dati Personali. 
Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate. Oltre al Titolare, in alcuni casi, potrebbero avere accesso ai Dati altri soggetti coinvolti nell’organizzazione di questo Sito Web (personale amministrativo, commerciale, marketing, legali, amministratori di sistema) ovvero soggetti esterni (come fornitori di servizi tecnici terzi, corrieri postali, hosting provider, società informatiche, agenzie di comunicazione) nominati anche, se necessario, Responsabili del Trattamento da parte del Titolare. L’elenco aggiornato dei Responsabili potrà sempre essere richiesto al Titolare del Trattamento.

BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO

Il Titolare tratta Dati Personali relativi all’Utente in caso sussista una delle seguenti condizioni:

  • l’Utente ha prestato il consenso per una o più finalità specifiche; Nota: in alcuni ordinamenti il Titolare può essere autorizzato a trattare Dati Personali senza che debba sussistere il consenso dell’Utente o un’altra delle basi giuridiche specificate di seguito, fino a quando l’Utente non si opponga (“opt-out”) a tale trattamento. Ciò non è tuttavia applicabile qualora il trattamento di Dati Personali sia regolato dalla legislazione europea in materia di protezione dei Dati Personali;
  • il trattamento è necessario all'esecuzione di un contratto con l’Utente e/o all'esecuzione di misure precontrattuali;
  • il trattamento è necessario per adempiere un obbligo legale al quale è soggetto il Titolare;
  • il trattamento è necessario per l'esecuzione di un compito di interesse pubblico o per l'esercizio di pubblici poteri di cui è investito il Titolare;
  • il trattamento è necessario per il perseguimento del legittimo interesse del Titolare o di terzi.

E’ comunque sempre possibile richiedere al Titolare di chiarire la concreta base giuridica di ciascun trattamento ed in particolare di specificare se il trattamento sia basato sulla legge, previsto da un contratto o necessario per concludere un contratto.

 

LUOGO

I Dati sono trattati presso le sedi operative del Titolare ed in ogni altro luogo in cui le parti coinvolte nel trattamento siano localizzate. Per ulteriori informazioni, contatta il Titolare.
I Dati Personali dell’Utente potrebbero essere trasferiti in un paese diverso da quello in cui l’Utente si trova. Per ottenere ulteriori informazioni sul luogo del trattamento l’Utente può fare riferimento alla sezione relativa ai dettagli sul trattamento dei Dati Personali.

L’Utente ha diritto a ottenere informazioni in merito alla base giuridica del trasferimento di Dati al di fuori dell’Unione Europea o ad un’organizzazione internazionale di diritto internazionale pubblico o costituita da due o più paesi, come ad esempio l’ONU, nonché in merito alle misure di sicurezza adottate dal Titolare per proteggere i Dati.

Qualora abbia luogo uno dei trasferimenti appena descritti, l’Utente può fare riferimento alle rispettive sezioni di questo documento o chiedere informazioni al Titolare contattandolo agli estremi riportati in apertura.

 

PERIODO DI CONSERVAZIONE

I Dati sono trattati e conservati per il tempo richiesto dalle finalità per le quali sono stati raccolti.

Pertanto:

  • I Dati Personali raccolti per scopi collegati all’esecuzione di un contratto tra il Titolare e l’Utente saranno trattenuti sino a quando sia completata l’esecuzione di tale contratto.
  • I Dati Personali raccolti per finalità riconducibili all’interesse legittimo del Titolare saranno trattenuti sino al soddisfacimento di tale interesse. L’Utente può ottenere ulteriori informazioni in merito all’interesse legittimo perseguito dal Titolare nelle relative sezioni di questo documento o contattando il Titolare.

Quando il trattamento è basato sul consenso dell’Utente, il Titolare può conservare i Dati Personali più a lungo sino a quando detto consenso non venga revocato. Inoltre il Titolare potrebbe essere obbligato a conservare i Dati Personali per un periodo più lungo in ottemperanza ad un obbligo di legge o per ordine di un’autorità.

Al termine del periodo di conservazioni i Dati Personali saranno cancellati. Pertanto, allo spirare di tale termine il diritto di accesso, cancellazione, rettificazione ed il diritto alla portabilità dei Dati non potranno più essere esercitati.

 

FINALITÀ DEL TRATTAMENTO DEI DATI RACCOLTI

I Dati dell’Utente sono raccolti per consentire al Titolare di fornire i propri Servizi (fatturazione, rendicontazione, Ddt, ecc.) così come per le seguenti finalità: Statistica, Contattare l'Utente, Gestione remota dei propri impianti .

Per ottenere ulteriori informazioni dettagliate sulle finalità del trattamento e sui Dati Personali concretamente rilevanti per ciascuna finalità, l’Utente può fare riferimento alle relative sezioni di questo documento.

DETTAGLI SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

I Dati Personali sono raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:

  • SERVIZI AZIENDALI

I dati comuni verranno trattati con supporto dei seguenti mezzi: elettronici e cartacei

Finalità: adempimento di obblighi fiscali o contabili, elaborazione, stampa, imbustamento e spedizione fatture, Gestione del contenzioso (contratti, ordini, arrivi, fatture), Gestione della clientela (contratti, ordini, spedizione e fatture)

Dati Personali raccolti: email, nome e numero di telefono.

  • CONTATTARE L'UTENTE

Modulo di contatto (questo Sito Web)

L’Utente, compilando con i propri Dati il modulo di contatto, acconsente al loro utilizzo per rispondere alle richieste di informazioni, di preventivo, newsletter informative aziendali e di prodotto o di qualunque altra natura indicata dall’intestazione del modulo.

Dati Personali raccolti: nome,cognome, numero di telefono, email, Azienda, Indirizzo, Città, Provincia, Paese, CAP, Telefono e Sito web.

  • STATISTICA

I servizi contenuti nella presente sezione permettono al Titolare del Trattamento di monitorare e analizzare i dati di traffico e servono a tener traccia del comportamento dell’Utente.

Google Analytics con IP anonimizzato (Google Inc.)

Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”). Google utilizza i Dati Personali raccolti allo scopo di tracciare ed esaminare l’utilizzo di questo Sito Web, compilare report e condividerli con gli altri servizi sviluppati da Google.
Google potrebbe utilizzare i Dati Personali per contestualizzare e personalizzare gli annunci del proprio network pubblicitario.
Questa integrazione di Google Analytics rende anonimo il tuo indirizzo IP. L'anonimizzazione funziona abbreviando entro i confini degli stati membri dell'Unione Europea o in altri Paesi aderenti all'accordo sullo Spazio Economico Europeo l'indirizzo IP degli Utenti. Solo in casi eccezionali, l'indirizzo IP sarà inviato ai server di Google ed abbreviato all'interno degli Stati Uniti.

Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy – Opt Out.

Youtube

Youtube è una piattaforma di proprietà di Google, per la condivisione di video, che utilizza cookie per raccogliere informazioni degli utenti e dei dispositivi di navigazione. I video presenti nel sito non veicolano cookie all'accesso della pagina, essendo stata impostata l'opzione "privacy avanzata (no cookie)" in base alla quale YouTube non memorizza le informazioni sui visitatori a meno che essi non riproducano volontariamente il video. cookie: test_cookie .doubleclick.net non è un cookie permanente, ma è utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Per ulteriori informazioni sull'uso dei dati e sul loro trattamento da parte di Google si raccomanda di prendere visione delle informazioni all'apposita pagina predisposta da Google, e alla pagina sulle Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei partner.

  • PLUGIN SOCIAL NETWORK

Il presente sito incorpora anche plugin e/o bottoni per i social network, al fine di consentire una facile condivisione dei contenuti sui vostri social network preferiti. Tali plugin sono programmati in modo da non impostare alcun cookie all'accesso della pagina, per salvaguardare la privacy degli utenti. Eventualmente i cookie vengono impostati, se così previsto dai social network, solo quando l'utente fa effettivo e volontario uso del plugin. Si tenga presente che se l'utente naviga essendo loggato nel social network allora ha già acconsentito all'uso dei cookie veicolati tramite questo sito al momento dell'iscrizione al social network.
La raccolta e l'uso delle informazioni ottenute a mezzo del plugin sono regolati dalle rispettive informative privacy dei social network, alle quali si prega di fare riferimento.

Facebook - (link informativa cookie)
Twitter - (link informativa cookie)

  • GESTIONE REMOTA PROPRI IMPIANTI

I dati contenuti nella presente sezione, per mettono al gestore, di ricevere informazioni ed eventuali avvisi su anomalie che si possono verificare nell’impianto che si va a telecontrollare.

Gli avvisi sono di solito per e-mail e/o SMS.

Dati Personali raccolti: Nome, Cognome, indirizzo mail e numero di telefono del gestore di impianto.

Luogo del trattamento: Italia – Privacy Policy – Opt Out.

  

 DESTINATARI 

 I dati personali trattati potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati: 

 

a terzi ai quali sono affidate le comunicazioni e altre attività di trattamento ai quali la comunicazione dei dati è necessaria per ottemperare a norme di legge o regolamenti (adempimenti amministrativi, contabili e gestionali). 

I dati personali non saranno comunicati per altri scopi né, tanto meno, diffusi.

 

DIRITTI DELL’UTENTE

Gli Utenti possono esercitare determinati diritti con riferimento ai Dati trattati dal Titolare.

In particolare, l’Utente ha il diritto di:

  • revocare il consenso in ogni momento. L’Utente può revocare il consenso al trattamento dei propri Dati Personali precedentemente espresso.
  • opporsi al trattamento dei propri Dati. L’Utente può opporsi al trattamento dei propri Dati quando esso avviene su una base giuridica diversa dal consenso. Ulteriori dettagli sul diritto di opposizione sono indicati nella sezione sottostante.
  • accedere ai propri Dati. L’Utente ha diritto ad ottenere informazioni sui Dati trattati dal Titolare, su determinati aspetti del trattamento ed a ricevere una copia dei Dati trattati.
  • verificare e chiedere la rettificazione. L’Utente può verificare la correttezza dei propri Dati e richiederne l’aggiornamento o la correzione.
  • ottenere la limitazione del trattamento. Quando ricorrono determinate condizioni, l’Utente può richiedere la limitazione del trattamento dei propri Dati. In tal caso il Titolare non tratterà i Dati per alcun altro scopo se non la loro conservazione.
  • ottenere la cancellazione o rimozione dei propri Dati Personali. Quando ricorrono determinate condizioni, l’Utente può richiedere la cancellazione dei propri Dati da parte del Titolare.
  • ricevere i propri Dati o farli trasferire ad altro titolare. L’Utente ha diritto di ricevere i propri Dati in formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico e, ove tecnicamente fattibile, di ottenerne il trasferimento senza ostacoli ad un altro titolare. Questa disposizione è applicabile quando i Dati sono trattati con strumenti automatizzati ed il trattamento è basato sul consenso dell’Utente, su un contratto di cui l’Utente è parte o su misure contrattuali ad esso connesse.
  • proporre reclamo. L’Utente può proporre un reclamo all’autorità di controllo della protezione dei dati personali competente o agire in sede giudiziale.

DETTAGLI SUL DIRITTO DI OPPOSIZIONE

Quando i Dati Personali sono trattati nell’interesse pubblico, nell’esercizio di pubblici poteri di cui è investito il Titolare oppure per perseguire un interesse legittimo del Titolare, gli Utenti hanno diritto ad opporsi al trattamento per motivi connessi alla loro situazione particolare.

Si fa presente agli Utenti che, ove i loro Dati fossero trattati con finalità di marketing diretto, possono opporsi al trattamento senza fornire alcuna motivazione. Per scoprire se il Titolare tratti dati con finalità di marketing diretto gli Utenti possono fare riferimento alle rispettive sezioni di questo documento.

COME ESERCITARE I DIRITTI

Per esercitare i diritti dell’Utente, gli Utenti possono indirizzare una richiesta agli estremi di contatto del Titolare indicati in questo documento. Le richieste sono depositate a titolo gratuito e evase dal Titolare nel più breve tempo possibile, in ogni caso entro un mese.

 

 

ULTERIORI INFORMAZIONI SUL TRATTAMENTO

DIFESA IN GIUDIZIO

I Dati Personali dell’Utente possono essere utilizzati da parte del Titolare in giudizio o nelle fasi preparatorie alla sua eventuale instaurazione per la difesa da abusi nell'utilizzo di questo Sito Web o dei Servizi connessi da parte dell’Utente.
L’Utente dichiara di essere consapevole che il Titolare potrebbe essere obbligato a rivelare i Dati per ordine delle autorità pubbliche.

INFORMATIVE SPECIFICHE

Su richiesta dell’Utente, in aggiunta alle informazioni contenute in questa informativa, questo Sito Web potrebbe fornire all'Utente delle informative aggiuntive e contestuali riguardanti Servizi specifici, o la raccolta ed il trattamento di Dati Personali.

LOG DI SISTEMA E MANUTENZIONE

Per necessità legate al funzionamento ed alla manutenzione, questo Sito Web e gli eventuali servizi terzi da essa utilizzati potrebbero raccogliere Log di sistema, ossia file che registrano le interazioni e che possono contenere anche Dati Personali, quali l’indirizzo IP Utente.

INFORMAZIONI NON CONTENUTE IN QUESTA INFORMATIVA

Ulteriori informazioni in relazione al trattamento dei Dati Personali potranno essere richieste in qualsiasi momento al Titolare del Trattamento utilizzando gli estremi di contatto.

RISPOSTA ALLE RICHIESTE „DO NOT TRACK”

Questo Sito Web non supporta le richieste “Do Not Track”.
Per scoprire se gli eventuali servizi di terze parti utilizzati le supportino, l'Utente è invitato a consultare le rispettive privacy policy.

MODIFICHE A QUESTA PRIVACY POLICY

Il Titolare del Trattamento si riserva il diritto di apportare modifiche alla presente privacy policy in qualunque momento dandone informazione agli Utenti su questa pagina e, se possibile, su questo Sito Web nonché, qualora tecnicamente e legalmente fattibile, inviando una notifica agli Utenti attraverso uno degli estremi di contatto di cui è in possesso il Titolare . Si prega dunque di consultare regolarmente questa pagina, facendo riferimento alla data di ultima modifica indicata in fondo.

IDENTITÀ E DATI DI CONTATTO DEL RESPONSABILE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

 

Responsabile per la protezione dei dati personali è Emanuele Scanarini, che può essere contattato all’indirizzo di posta elettronica emanuele.scanarini@italiangekko.net oppure scrivendo all’indirizzo della sede di Italian Gekko Association - IGA, Via Motta, 20, 42028 Poviglio (RE).

 

COOKIE POLICY

Sul sito http://www.italiangekko.net e sugli altri siti di Italian Gekko Association - IGA utilizziamo i cookie per diverse finalità:

  • per migliorare l’esperienza di navigazione;
  • per gestire in maniera ottimale il processo di donazione;
  • per raccogliere dati sulla fruizione del sito da parte degli utenti (per esempio le pagine più viste, i canali di provenienza del traffico, le prestazioni del sito…), che ci permettono di migliorare contenuti, funzionalità e navigazione del sito;
  • per offrire al pubblico del nostro sito contenuti, e messaggi di raccolta fondi, di interesse – sia su questo sito sia al di fuori dello stesso (per esempio, su Facebook o su altre piattaforme pubblicitarie).

In questa informativa ti spieghiamo nel dettaglio i tipi di cookie che usiamo, cosa succede se neghi il consenso al loro utilizzo e le varie modalità con cui puoi gestire l’uso dei cookie sui tuoi dispositivi.

Innanzitutto ti ricordiamo che premendo il pulsante “SÌ, ACCETTO” presente sull’avviso relativo all’uso dei cookie acconsenti all’uso da parte nostra di cookie di “remarketing e profilazione”, anche di terze parti (vedi sotto). Usiamo anche cookie tecnici di prima parte, cookie analitici di terze parti e altri tipi di cookie: nella sezione “Quali cookie usiamo e come, da utente, puoi controllarli?” di questo documento trovi indicazioni dettagliate al riguardo.

In fondo a questo documento troverai la data di ultima revisione. Questo documento potrà essere aggiornato in qualsiasi momento, in base agli aggiornamenti e modifiche tecniche e funzionali che potremo fare su questo sito; questi eventuali aggiornamenti saranno validi a partire dalla loro pubblicazione su questo sito.

Riteniamo molto importante il tema dell’uso dei dati personali e del diritto alla riservatezza e per questo mettiamo la massima attenzione anche all’uso dei cookie e di tecnologie simili. Qualora navigando su questo sito notassi cookie diversi da quelli segnalati in questo documento, o per avere l’elenco aggiornato dei siti di Italian Gekko Association - IGA e per qualsiasi domanda su questo tema non esitare a contattarci scrivendo a info@italiangekko.net.

CHE COSA SONO I COOKIE?

Un cookie è un file di testo che viene inviato da un sito web al dispositivo usato dall’utente per visualizzarlo (computer, tablet, telefono…). Il cookie viene salvato sul dispositivo dell’utente per una durata prefissata (da qualche minuto fino a diversi mesi) e può essere letto dal sito che lo ha rilasciato. Un cookie contiene informazioni sul sito che lo ha rilasciato, sulla sua scadenza e dati specifici salvati sul singolo cookie.

In base alla loro provenienza, i cookie possono essere:

  • di prima parte, ovvero inviati direttamente dal nostro sito;
  • di terze parti, provenienti da altri siti e inviati attraverso il nostro sito.

Se guardiamo alla loro finalità, i cookie possono essere:

  • tecnici: servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall’utente e non vengono utilizzati per scopi ulteriori;
  • analitici: servono a raccogliere informazioni sul comportamento degli utenti del sito, come per esempio il numero di visite, le pagine più viste, i canali di provenienza dei visitatori. Li utilizziamo per raccogliere questi dati in forma anonima e aggregata;
  • di profilazione, inviati da terze parti: sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell’utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte… Attraverso le informazioni contenute in questi cookie, per esempio, possono essere trasmessi al dispositivo dell’utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

QUALI COOKIE USIAMO E COME, DA UTENTE, PUOI CONTROLLARLI?

COOKIE PER LA GESTIONE DEL CONSENSO

Per registrare sul tuo dispositivo il consenso all’uso dei cookie di “remarketing e profilazione”, utilizziamo un cookie tecnico che contiene informazioni su tale consenso o rifiuto; la sua assenza dal tuo browser o dal tuo dispositivo è considerata come rifiuto.

Origine: Italian Gekko Association - IGA.
Come bloccarlo: se non vuoi ricevere nessun tipo di cookie, puoi disattivarli totalmente dalle impostazioni del tuo browser (vedi sotto).

COOKIE DI SESSIONE

Questi cookie, necessari per una navigazione corretta e più sicura, contengono dei codici generati dal nostro server. Non contengono nessun tipo di informazione personale e non memorizzano i siti visitati; solitamente non sono memorizzati in maniera duratura sul dispositivo dell’utente e sono eliminati a fine navigazione, alla chiusura del browser o comunque dopo un lasso di tempo breve.

Origine: Italian Gekko Association - IGA.
Come bloccarlo: se non vuoi ricevere nessun tipo di cookie, puoi disattivarli totalmente dalle impostazioni del tuo browser (vedi sotto).

COOKIE ANALITICI (ANALYTICS) E PER STATISTICHE

Questi cookie di Google Analytics sono utilizzati per raccogliere, in forma anonimizzata, dati sull’utilizzo del sito da parte dei visitatori. Permettono, per esempio, di sapere quante persone visitano il sito, quali sono le pagine più viste, i canali di provenienza e altri dati sulla fruizione dei contenuti. Per saperne di più, ti consigliamo di leggere l’informativa completa di Google Analytics; puoi manifestare o ritirare il consenso all’uso di queste cookie attraverso gli strumenti messi a disposizione dai fornitori di questi servizi.

Origine: Google Analytics.
Informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy?hl=it e https://privacy.google.com/intl/it_ALL/your-security.html
Come bloccarlo: puoi usare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics, scaricabile da https://tools.google.com/dlpage/gaoptout

COOKIE DI FUNZIONALITÀ E PUBBLICITARI PER GLI ELEMENTI MULTIMEDIALI DEL SITO

Questi cookie di terze parti servono per il funzionamento degli elementi multimediali presenti sul nostro sito, come per esempio i video di YouTube, le mappe di Google, gli strumenti di condivisione sui social network, i widget dei social network. I dati raccolti dai soggetti terzi potrebbero essere usati per scopi ulteriori, anche pubblicitari. Puoi manifestare o ritirare il consenso all’uso di queste cookie attraverso gli strumenti messi a disposizione dai fornitori di questi servizi.

Origine: terze parti.
Informative e informazioni su come controllare il loro uso: usa i link che trovi qui sotto.

Google e Youtube: https://policies.google.com/privacy?hl=it e https://privacy.google.com/intl/it_ALL/your-security.html
AddThis: http://www.addthis.com/privacy e http://www.addthis.com/privacy/opt-out
Facebook: https://www.facebook.com/policies/cookies/

COOKIE DI REMARKETING E PROFILAZIONE

Questi cookie di terze parti ci permettono di servire annunci personalizzati in base al comportamento di navigazione degli utenti sul nostro sito, anche su piattaforme e circuiti esterni quali per esempio Facebook e Instagram.

Origine: terze parti.
Informative e informazioni su come controllare il loro uso: usa i link che trovi qui sotto.

Google e Youtube: https://policies.google.com/privacy?hl=it e https://privacy.google.com/intl/it_ALL/your-security.html
AddThis: http://www.addthis.com/privacy e http://www.addthis.com/privacy/opt-out
Facebook: https://www.facebook.com/policies/cookies/

E SE NON VOGLIO NESSUN COOKIE O SE LI VOGLIO ELIMINARE DAL MIO BROWSER?

Puoi disabilitare i cookie dalle impostazioni del tuo browser – quando lo fai, ricordati anche di cancellare tutti i cookie già presenti, per sicurezza. Ti segnaliamo qui i link alle istruzioni per disabilitare i cookie nei browser più diffusi (link verificati alla data di ultimo aggiornamento di questo documento):

CHROME https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
FIREFOX https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
INTERNET EXPLORER https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
OPERA http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
SAFARI https://support.apple.com/kb/ph21411?locale=it_IT
SAFARI (iOS) https://support.apple.com/it-it/HT201265

Se disabiliti i cookie, non saremo in grado di garantirti il funzionamento ottimale del sito.

PER APPROFONDIRE

Se hai dubbi o domande ulteriori riguardo all’argomento o all’uso che facciamo dei cookie, o per segnalazioni, puoi scriverci a info@italiangekko.net.

Per ulteriori informazioni sui cookie in generale, puoi visitare il sito www.allaboutcookies.org.

Giovedì, 26 Settembre 2013 19:10

Scheda allevamento - Eublepharis macularius (Geco leopardino) - Blyth 1854

Scritto da

Eublepharis macularius header

Tassonomia e nomenclatura

Famiglia:
Eublepharidae

Genere:
Eublepharis

Specie:
Eublepharis macularius

Sottospecie:
Eublepharis macularius afghanicus - BÖRNER 1976
Eublepharis macularius macularius - BLYTH 1854

Sinonimi:
Cyrtodactylus macularius - BLYTH 1854
Eublepharis fasciolatus - GÜNTHER 1864
Eublepharis macularius - BOULENGER 1885
Eublepharis macularius - BOULENGER 1890
Eublepharis macularius - SMITH 1935
Eublepharis macularius - WERMUTH 1965
Cyrtodactylus madarensis - SHARMA 1980
Eublepharis gracilis - BÖRNER 1974
Eublepharis macularius - KLUGE 1993
Eublepharis cf. macularius - ANDERSON 1999
Eublepharis macularius - RÖSLER 2000
Eublepharis macularius - SEUFER et al. 2005

Il nome Eublepharis, deriva dal greco "eu" in zoologia "vero" e "blefaron" che significa "palpebra" quindi "vera palpebra", perché a differenza di tutti gli altri appartenenti all'infraordine Gekkota, gli Eublepharidae sono dotati di palpebra mobile. Mentre il nome della specie "macularius" è in riferimento alla livrea maculata di questi animali.

In letteratura sono comunemente indicate 5 sottospecie di Ebulepharis macularius, ma in realtà 3 di queste non sono riconosciute dalla comunità scientifica.
Le sottospecie non riconosciute sono:
Eublepharis macularius fasciolatus - GÜNTHER 1864
Eublepharis macularius montanus - BÖRNER 1976
Eublepharis macularius smithi - BÖRNER 1981

Nonostante queste sottospecie non siano riconosciute come tali, le differenze fenotipiche tra loro le rendono comunque riconducibili a precise popolazioni di E. macularius, che possono essere indicate semplicemente con il nome della sottospecie.

L'unica sottospecie riconosciuta da tutta la comunità scientifica è Eublepharis macularius afghanicus che si distingue facilmente per le dimensioni contenute (circa 17cm coda compresa) e per alcune squame, come le lamelle subdigitali.

Eublepharis macularius afghanicus


Eublepharis macularius "fasciolatus"

Eublepharis macularius macularius

Eublepharis macularius "montanus"

Il principale carattere fenotipico per la distinzione delle sottospecie/locality di E. macularius sono le squame subdigtali:

Eublepharis macularius

Numero di lamelle

sotto il 4° dito della mano

Numero di lamelle

sotto il 4° dito del piede

afghanicus  15-16 18-21
fasciolatus  13-19 19-24
macularius  12-16 17-20
montanus 15-20 20-25
smithi  12-13

18-20

Eublepharis fuscus era incluso nelle sottospecie di E. macularius, fu nel 1997 grazie al lavoro di Das che venne elevato al rango di specie.

Distribuzione

Eublepharis macularius popola le aree rocciose e aride del Pakistan, Est Afghanistan, Nord Ovest India ed Est Iran (CARRIÓN et al. 2003).

Eublepharis macularius distribution


Habitat naturale di Eublepharis macularius


Descrizione e abitudini di vita

Eublepharis macularius è un geco terricolo di medie dimensioni, raggiunge i 25cm circa coda compresa.
La testa è ben distinta dal collo, gli occhi sono muniti di palpebra mobile e di pupilla verticale. Sui lati del cranio, in prossimità del collo sono presenti i fori auricolari.
Il tronco del corpo è cilindrico e allungato, gli arti son ben distinti dal corpo e muniti di 5 dita che presentano unghie ben sviluppate.
La coda è lunga e piuttosto larga, presenta diversi segmenti circolari che corrispondono ai punti di rottura della colonna vertebrale (strutture ossee necessarie per l'autotomia della coda).
La parte superiore del corpo è ricoperta da squame tubercolari, mentre la zona ventrale presenta squame embricate.

Squame dorsali e ventrali di Eublepharis macularius


La livrea di questi gechi presenta un colore di fondo che comprende diverse tonalità di giallo, marrone e grigio, il dorso può presentare 2-3 bande color lavanda o grige. La testa è tendenzialmente più chiara del resto del corpo, mentre ventre e coda sono di colore bianco. Tutto il dorso, fino ai lati del corpo, sotto la coda e spesso sotto la bocca è costellato da numerose macchie grige, nere o marroni, è proprio da questa maculatura che deriva il nome della specie "macularius".

I gechi leopardini popolano zone aride e rocciose, sono prettamente notturni e passano il giorno nascosti sotto rocce in rifugi freschi ed umidi, in questo modo evitano il caldo eccessivo che potrebbe mettere a repentaglio la loro vita.
Sono animali terricoli, ma non fossori, quindi spesso nelle ore di attività scalano pareti rocciose in cerca di insetti di cui nutrirsi.
Sono rettili notturni, escono dai rifugi al tramonto quando le temperature iniziano a calare e tornano a nascondersi all'alba quando il sole cocente diventerebbe letale.
Nonostante le spiccate abitudini notturne di questi animali nelle prime ore del giorno, quando non c'è ancora troppo caldo, questi gechi si posizionano al sole per riceverne l'irradiazione, utile alle funzioni metaboliche del loro organismo.



La media di vita di Eublepharis macularius è di circa 18 anni, con record di animali che hanno superato abbondantemente i 20.

Allevamento

Gli Eublepharis macularius sono piuttosto territoriali e la convivenza con altri individui può essere problematica e impossibile tra maschi.
Molti allevatori scelgono di allevare singolarmente questi gechi per evitargli qualsiasi tipo di stress, ma con un po' di accortezza è possibile allevarli in piccoli gruppi composti da un solo maschio e due o tre femmine.
Allestito il terrario si unirà il gruppo di gechi (solo adulti) e si terrà monitorato il loro comportamento per alcun giorni.
Ci sono gruppi di gechi che trovano subito l'armonia tra loro, ma può capitare che appena uniti litighino per definire il territorio, ma sono lotte brevi che non si ripetono per più di uno o due giorni, in caso i litigi fossero frequenti bisognerà rimuovere l'individuo più debole.
Oltre alle lotte per il territorio bisognerà controllare che la competitività alimentare non sia troppo marcata, cioè che tutti gli individui del gruppo mangino in modo più o meno equo, altrimenti l'individuo più debole rischierebbe di non alimentarsi mai andando in contro al deperimento e ai problemi che ne conseguono, tra cui l'anoressia.

Il geco leopardino necessita di un terrario sviluppato principalmente in orizzontale, proprio perché le sue abitudini di arrampicatore sono limitate.
Per un solo esemplare le misure minime di un terrario sono 40x25x20cm circa, queste misure spesso sono quelle impiegate nei rack system dove i gechi vengono tenuti singolarmente, con i terrari naturalistici è possibile sfruttare anche l'altezza, magari con qualche ramo, roccia e uno sfondo naturalistico.
Siccome questi gechi non necessitano di un tasso d'umidità molto elevato, è possibile allevarli in qualsiasi tipo di terrario, quindi in plastica, vetro o legno e vetro.
Essendo gechi provenienti da zone calde, sarà importante un buon riscaldamento nel terrario, che può essere offerto tramite cavetto o piastra riscaldante termostatati, oppure con uno spot di adeguata potenza in base alla dimensione del terrario (più grande è il terrario e più lo spot sarà potente).
Una volta apposto il riscaldamento, bisognerà verificare che il terrario abbia una zona calda a 31°-32°C ed una fredda a 25°-26°C circa, temperature omogenee troppo alte o troppo basse possono creare problemi. Nelle ore notturne è possibile spegnere ogni fonte di riscaldamento, a compromesso che la stanza in estate non scenda sotto i 23°-24°C e di inverno a non meno di 15°C.
Nel terrario di questi animali è molto importante la tana umida, aggevolerà le fasi di muta e per le femmine sarà indispensabile per la deposizione delle uova. La tana umida è ricavabile con un semplice contenitore di plastica (come quelli per alimenti) con un foro di ingresso (possibilmente nella parte superiore, eviterà la fuoriuscità del substrato) e pieno per metà di torba umida.
Anche l'abbeveratoio sarà importante, basterà un piccolo sottovaso, mentre è opzionale la vaschetta per il cibo.
Per sopperire al fabbisogno d'umidità di questi animali, è possibile nebulizzare acqua nel terrario una volta ogni 2 giorni, questa operazione è importante sopratutto se gestiti in stanze molto secche.

Terrario naturalistico

Il terrario naturalistico è sicuramente la soluzione più coreografica per allevare i gechi leopardini, inoltre ricreando un'imitazione del loro habitat anche la gestione sarà piuttosto semplice.
Il substrato idoneo nei terrari naturalistici sono principalmente 2: sabbia con sassi e ghiaia, oppure sabbia mista a torba.
Si sconsiglia l'utilizzo di sola sabbia perché può essere ingerita dai gechi e creare pericolose costipazioni intestinali, la stessa cosa vale anche per la sabbia a base d'argilla, sicuramente coreografica ma con le stesse controindicazioni della sabbia normale. Assolutamente da evitare la sabbia a base di calcio, perché i gechi alla prima necessità la ingerirebbero in grosse quantità correndo il rischio di pericolose costipazioni intestinali.
Il substrato a base di torba e sabbia andrà mescolato con una percentuale maggiore di torba (circa 70% torba e 30% sabbia), il substrato così preparato sarà piuttosto umido, andrà quindi posizionato nel terrario e ben pressato con le mani. Dopo il posizionamento basterà aspettare un paio di giorni perché il substrato si asciughi, creando un'ottima superficie per il geco.
L'alternativa è posizionare delle pietre piatte sulla base del terrario e riempire le fughe con ghiaia di pezzatura grande (quella da cortile, non quella da acquario) e sabbia, in questo modo il geco avrà un substrato molto simile a quello dei territori da cui proviene e allo stesso tempo sarà di difficile ingestione.
Come arredamento si possono usare pietre, cortecce di sughero e rami, è importante che tutti gli arredi pesanti, siano poggiati direttamente al fondo del terrario, in modo che gli animali non possano scavarci sotto e finire schiacciati.
Per rendere il tutto più coreografico e per offrire ai gechi una superficie verticale calpestabile è possibile mettere come sfondo del terrario una finta parete rocciosa, acquistata o fatta in casa.
Le piante non sono indispensabili per questi gechi, ma hanno un grande impatto estetico, quindi in caso di piantumazione è inspensabile utilizzare quelle più adatte al clima di questi animali come Aloe variegata, Crassulla sp., Gasteria distinta e Sempervivum sp. (sono comunque impiegabili molte altre piante grasse senza spine, per conoscere altre idonee a questo tipo di terrario è possibile consultare l'articolo "Piante da terrario").

Terrario asettico

Molti allevatori che posseggono un grosso numero di gechi leopardini, hanno scelto di allevare questi animali in terrari semisterili, con arredamento minimale.
Questo tipo di arredo è ottimo anche con animali malati, da pulire frequentemente e che non devono entrare in contatto con substrati che possono agevolare la proliferazione batterica.

Il substrato sarà composto da carta assorbente, da evitare i tappetini d'erba sintetica meno igienici e in alcuni casi potenzialmente pericolosi per la salute dei gechi.
Come arredi verranno posizionati: la tana umida, una tana asciutta, ciotola dell'acqua e ciotola del cibo.

Alimentazione

Eublepharis macularius è un geco principalmente insettivoro, capita che si nutra anche di piccoli mammiferi e altri rettili, tra cui i propri simili. Sporadicamente alcuni esemplari accettano anche frutta molto matura, ma non è assolutamente indispensabile nella dieta di questi animali.
La dieta di questi gechi dove esser basata su grille e/o blatte, da variare con tarme della farina (Tenebrio molitor), caimani (Zophobas morio) e sporadicamente camole del miele (Galleria mellonella).
I grilli possono essere alternati, la specie solitamente più appetibile è Acheta domestica, oltre a questi si possono utilizzare Gryllus assimilisGryllus bimaculatus e Gryllus sigillatus.
Mentre per le blatte le più indicate sono Blatta lateralis e Blaptica dubia (B. dubia è meno indicata perché poco mobile e altamente fossoria, tende a nascondersi sotto qualsiasi tipo di substrato, carta compresa).

Utilizzando questo tipo di alimentazione si alterneranno i pasti con gli insetti sopra indicati con il seguente metodo:
- Adulti, 3 pasti alla settimana: 2 grilli o blatte, 1 altro insetto;
- Subadulti (5-6 mesi), 4 pasti a settimana: 3 grilli o blatte, 1 altro insetto;
- Baby (0-3/4 mesi), 5 pasti alla settimana: 4 grilli o blatte, 1 altro insetto.

Una volta al mese si possono usare le camole del miele (1 o 2), al posto di uno dei pasti alternativi ai grilli.
Le quantità di insetti vanno stabilite in base all'età e al sesso del geco, i cuccioli mangeranno più degli adulti perché il loro metabolismo è piuttosto veloce e richiede nutrienti per la crescita. Durante la crescita il numero di insetti calerà, mediamente si arrivano a somministrare ad un adulto, circa 6 grilli a settimana più 3-4 insetti delle altre specie.
Le femmine sopratutto in stagione riproduttiva, possono necessitare di qualche insetto in più per rimanere in forze, nonostante ciò, se l'alimentazione è ben strutturata fin dai primi mesi di vita, non dovrebbero esserci complicazioni.

Tra i vari alimenti che si consigliano per la dieta di E. macularius ci sono i neonati di topo, spesso consigliati per le femmine in riproduzione, in realtà l'alto valore di grassi di questi animali e la dimensione degli stessi, non li rende appropriati all'integrazione di una femmina che ha appena compiuto uno sforzo fisico come la deposizione.
In generale i piccoli di topo sono un alimento superfluo, che anche se non impiegato non comporta carenze di alcun tipo per i gechi.

Alcuni allevatori impiegano una dieta mono-insetto, utilizzando esclusivamente tarme della farina (Tenebrio molitor), questo tipo di alimentazione essendo incentrata su un solo insetto ricco di grassi ma con meno nutrienti, necessita di una forte integrazione vitaminica.
Molto spesso infatti, si somministra a quasi tutti i pasti una dose di multivitaminico assieme agli insetti, in questo modo gli animali sopperiscono alle loro esigenze grazie all'integratore e non tanto all'insetto. Oppure una volta alla settimana si mette nel terrario un piccolo recipiente (sottovaso o tappo di plastica) contenente un multivitaminico.
Il multivitaminico lasciato nel terrario è spesso mischiato ad un terzo di sabbia fine, questo serve per impedire che i gechi eccedano nel mangiare l'integratore.

Con la dieta a base di grilli, il multivitaminico viene somministrato un paio di volte al mese.

Mentre, a prescindere dal tipo di dieta fornita, è importante la somministrazione di Calcio e Calcio + Vitamina D3.
Il calcio è possibile lasciarlo direttamente in un tappo all'interno del terrario, solitamente si utilizza il carbonato di calcio o l'osso di seppia tritato fino a diventare polvere, ma esistono anche appositi integratori per rettili.
Le somministrazioni di Calcio + Vitamina D3 vanno eseguite con i pasti, quindi spolverizzando l'integratore sugli insetti almeno 2 volte a settimana. Non è possibile lasciare sempre a disposizione Calcio e Vitamina D3, perché la luce e le alte temperature portano la vitamina al deterioramento in breve tempo.

Dimorfismo sessuale

A partire dal terzo mese di vita, il sesso di Eublepharis macularius è piuttosto palese, i maschi infatti sviluppano 2 sacche alla base della coda, definite "tasche degli emipeni", inoltre nella zona femorale subito sopra l'apertura cloacale, mostrano i pori femorali una sorta di "V" rovesciata, disegnata da due file di squame che si congiungono tra loro e che al centro hanno una piccola escrescenza.
Entrambe le caratteristiche sono assenti nelle femmine, ma capita che alcune mostrino un accenno di pori femorali.

Riproduzione

Eublepharis macularius è un geco particolarmente prolifico, che ben gestito non avrà problemi a superare diverse stagioni riproduttive.
I gechi leopardini raggiungono l'età riproduttiva intorno ai 6 mesi di vita, ma per iniziare in sicurezza gli accoppiamenti è bene che raggiungano almeno l'anno di vita e i 50-55gr. In questo modo sia i maschi che le femmine avranno completato al 100% la fase di crescita e potranno dedicare le loro energie alla riproduzione.
In alcuni casi i maschi vengono fatti accoppiare un po' prima del raggiungimento dell'età e del peso forma senza riscontrare grossi problemi,  mentre con le femmine onde evitare distocia, malattia osseo metabolica e altre patologie collegate ad una riprudzione precoce è d'obbligo attendere i parametri indicati sopra.

Per procedere con l'accoppiamento dei gechi è necessario un periodo di bruma, che aumenterà la ricettività delle femmine e allungherà la vita riproduttiva degli animali.
La bruma consiste nell'abbassamento delle temperature nei mesi più freddi.
Il processo va eseguito gradualmente, in questo modo i gechi non avranno shock termici che possono essere molto pericolosi. In circa un mese a partire dai primi di Novembre, si porteranno le temperature diurne intorno ai 20°C e quelle notturne intorno ai 15°C. Quindi non ci sarà più un punto caldo nel terrario, ma sarà tutto a temperatura ambiente.
Oltre alla temperatura, andranno diminuite anche le ore di luce, che da 10-12 diventeranno circa 8.
Raggiunte la temperatura di 20°C diurni e 15°-17°C notturni, si terranno i gechi in queste condizioni per circa un mese, periodo nel quale i gechi avranno completamente cessato di alimentarsi.
Alcuni allevatori portano la temperatura a 8°C costanti, giorno e notte. I gechi leopardini non risentono di una bruma così fredda, è importante però tenerli particolarmente monitorati, perché lo scaturire di un problema a questa temperatura potrebbe essere difficile da curare.

Accoppiamento Eublepharis macularius

L'alimentazione del geco va diminuita lentamente, con il calare delle temperature. Già una settimana prima del raggiungimento delle temeprature minime, l'animale dovrebbe essere digiuno, in questo modo si eviterà il blocco della digestione e dell'evacuazione che può provocare uno stato di putrefazione interna, letale per gli animali.
Durante tutto il periodo della bruma i gechi non andranno nebulizzati in nessun caso per evitare eccessivi raffreddamenti, basterà lasciare un piccolo contenitore con acqua per farli abbeverare e la tana umida in caso dovessero mutare.

Dopo un mese a 20°C diurni, andranno gradualmente aumentate le temperature e le ore di luce, tornando ai parametri ottimali di 32°C nel punto caldo e 26°C nella zona fredda, con 10-12 ore di luce diurne.
Oltre al ripristino dei normali parametri ambientali, gli animali dovranno tornare a mangiare con regolarità e nelle giuste quantità.

Al ritorno delle temperature ottimali le femmine inizieranno ad ovulare, l'ovulazione è visibile controllando il ventre della femmina che mostrerà due piccole macchie bianche di forma sferica.
Le femmine che non hanno ovulato difficilmente accetteranno le attenzioni dei maschi.
Gli individui allevati singolarmente andranno uniti alle femmine, mentre le coppie o i gruppi allevati assieme inzieranno i rituali d'accoppiamento in completa autonomia.
Il rituale di accoppiamento viene iniziato dal maschio, che avvicinandosi alla femmina fa tamburellare la coda al suolo mentre si lecca la punta del muso, se la femmina è ricettiva lascia avvicinare il maschio alzando la coda permettendo a lui di posizionarsi lateralmente a lei e avrà inizio il vero e proprio accoppiamento tra i due animali.

Ad accoppiamento avvenuto la femmina inizierà a produrre le prime due uova, dall'accoppiamento alla prima deposizione passano mediamente dalle 2 alle 4 settimane, mentre tra le deposizioni sucessive il tempo si riduce a 2-3 settimane, una femmina adulta e in forma può deporre fino a 10-11 coppie di uova per stagione.
Grazie alla capacità delle femmine di ritenere lo sperma, con un solo accoppiamento possono produrre anche 4-5 deposizioni dopodiché per poter produrre altre uova dovrà accoppiarsi nuovamente.
Le femmine giovani alla prima riproduzione possono fare covate singole e/o sterili.
Le femmine anziane spesso depongono poche coppie di uova e in alcuni casi sterili, fino al cessare completamente di ovulare.

Ventre di femmina gravida di Eublepharis macularius, da notare ai lati del corpo le due uova ben visibili.


Quando una femmina è in procinto di deporre cessa di alimentarsi e inizia a scavare nella tana umida, può scavare anche per 3-4 giorni consecutivi, dopo aver deposto le uova la femmina le copre in modo accurato e abbandona la tana.
Dopo la deposizione la femmina deve avere a disposizione acqua da bere per reidratarsi e il giorno sucessivo la si alimenterà.
Alcune femmine tra una deposizione e l'altra tendono a digiunare diversi giorni, è quindi importante tenerle ben nutrite e integrate, ma senza eccedere con la quantità di cibo, sopratutto subito dopo la deposizione.

Le uova andranno rimosse dalla tana umida e poste in un contenitore di plastica pieno per metà di perlite o vermiculite umida, in rapporto di peso acqua/substrato di 1:1. Sul substrato di incubazione verranno poggiate le uova leggermente infossate e non ricoperte.
Non è indispensabile che il contenitore delle uova abbia fori d'areazione, in questo modo l'umidità nella scatoletta rimarrà piuttosto costante per tutta la durata dell'incubazione.
Le uova di leopardino sono facilmente incubabili anche in sospensione, quindi in apposite vaschette divise in 2 parti, quella sottostante contenente acqua e quella sopra che fa da coperchio, a metà è disposta una rete su cui vengono poggiate le uova.
In entrambi i metodi di incubazione è importante controllare che l'umidità non cali eccessivamente, nel primo si può pesare la scatoletta prima di incubarla, ogni 20 giorni la si peserà nuovamente e se il peso sarà inferiore al precedente si aggiungerà acqua fino ad arrivare al peso iniziale. Nel metodo in sospensione basterà controllare che l'acqua sul fondo non si asciughi mai.

Una volta messe le uova in incubatrice si potrà scegliere il gradiente termico d'incubazione in base al sesso che si vorrebbe schiudere.
Incubando le uova a 31°C il 90% dei nascituri sarà di sesso maschile, incubando invece a 28°C si avrà la percentuale opposta (90% femmine), mentre per avere metà maschi e metà femmine si dovrà incubare a 29°C dove statisticamente il 50% delle schiuse sarà di sesso maschile e l'altro 50% di sesso femminile.
Il sesso dei nascituri si forma durante i primi 15 giorni di incubazione, mentre la pigmentazione verso fine incubazione. Incubare a basse temperature spesso produce animali con colorazioni scure, quindi alcuni allevatori per avere esemplari di sesso femminile con colori accesi incubano le uova per i primi 15 giorni a 28°C, per poi in un paio di giorni portare la temperatura a 31°C, accorciando il periodo di incubazione ed accentuando i colori dell'animale.
Le uova incubate a 32°C possono in alcuni casi produrre quelle chiamate "femmine calde", cioè animali di sesso femminle che in alcuni casi presentano un accenno di pori femorali e che in tutti i casi si comportano in modo aggressivo con i maschi, lo stesso atteggiamento che si può osservare tra due maschi messi nello stesso terrario. Nonstante questa territorialità e aggressività verso i maschi, le femmine "calde" non presentano alcun tipo di interesse verso gli altri esemplari dello stesso sesso.
Inoltre quasi tutte le femmine "calde" non ovulano per tutta la vita, motivo per il quale non arriveranno mai ad accettare un maschio.
Il limite massimo di incubazione è 33°C sopra questo gradiente termico gli embrioni muoiono.

La durata dell'incubazione varia in base alle temperature:

  • 26°C circa 75 giorni;
  • 28°-29°C circa 55 giorni;
  • 31°-32°C circa 35 giorni.

Allevamento cuccioli

Al momento della schiusa i cuccioli di geco leopardino misurano circa 6cm e a differenza degli adulti presentano una livrea a bande che si presenta sia sul dorso che sula coda, a livello dorsale le bande possono essere marroni o nere, sulla coda nere.
La parte superiore della testa è quasi interamente del colore delle bande dorsali, ma all'altezza della bocca presenta una linea bianca che parte dalle narici e si allarga e unisce sulla nuca.
I piccoli andranno alloggiati in piccoli contenitori come fauna-box e possibilmente allevati singolarmente per monitorare al meglio quali iniziano subito ad alimentarsi e quali hanno dei problemi, inoltre l'allevamento singolo elimina qualsiasi competitività alimentare che nei cuccioli può creare grossi problemi.
Il terrario dei piccoli andrà arredato con carta assorbente come substrato, una tana umida e una tana secca, più un tappino per bere e uno con il calcio (opzionale il tappino per il cibo).


Nella prima settimana di vita i cuccioli vanno tenuti con il substrato umido perché dovranno eseguire la prima muta, inoltre nei primi 4-5 giorni difficilmente si nutriranno perché staranno ancora digerendo il contenuto dell'uovo.
Passato questo periodo i piccoli si alleveranno esattamente come gli adulti, a parte per ciò che riguarda il nutrimento (vedere capitolo "Alimentazione").

Curiosità

Eublepharis macularius è attualmente uno dei gechi più allevati al mondo, ormai riprodotto in cattività da circa una cinquantina di anni.
L'allevamento massiccio di queti animali ha portato a produrre numerosi "morph", selezioni di colorazioni o livree di vario genere o in alcuni casi di caratteri genetici come può essere l'albinismo.
Interessante sapere che molte colorazioni sono state selezionate partendo da esemplari wild con disegno aberrante, come molti morph genetici sono stati scoperti accoppiando casualmente animali di cattura.

 Alcuni esempi di morph di geco leopardino selezionate o scoperte negli anni.

ALBINO - Esistono 3 tipi di albinismo, tutti e 3 recessivi e non compatibili tra loro (Foto 1: Albino Bell, Foto 2: Albino Rainwater e Foto 3: Albino Tremper).
Per ulteriori informazioni sull'albinismo nei gechi leopardini consultare l'articolo "Eublepharis macularius: Attività della tirosinasi nella pelle nei tre ceppi di albinismo"

APTOR & RAPTOR - Due morph genetici recessivi prodotti dalla selezione e dall'incrocio di Stripe e Reverse Stripe Albino Tremper. La differenza principale tra APTOR e RAPTOR è che il secondo presenta gli occhi completamente color rubino (Albino Eclipse).


SNAKE EYES - Morph recessivo che colpisce gli occhi. I gechi che presentano queta caratteristica hanno l'occhio quasi totalmente nero (chi più e chi meno), gli occhi completamente neri invece si chiamano Eclipse.
I due morph sono probabilmente lo stesso gene ma che non sempre si manifesta in modo completo.
Nella foto uno Snake Eyes Blizzard. Il Blizzard è un gene recessivo che produce gechi senza spot e quasi completamente bianchi o gialli, in questo morph lo Snake Eyes si può manifestare anche senza influenze Eclipse.


BOLD STRIPE - Selezione di gechi con disegno dorsale longitudinale, il termine BOLD deriva dall'inglese e significa "grassetto", infatti a differenza dei normali Stripe questi gechi presentano un disegno largo e molto marcato.

MACK SNOW - Il Mack Snow è un morph Co-Dominante, ciò significa che anche nella forma eterozigote manifesta alcuni caratteri fenotipici, mentre nella forma omozigote detta volgarmente "super" mostra l'aspetto completo del morph.
Il Mack Snow si combina a molti altri morph come Stripe, Bold, ecc... presentando un colore di fondo giallo tenue o molto vicino al bianco, mentre il Super Snow è un geco completamente bianco (da qui la parola Snow/Neve) con numerosi spot neri su tutto il corpo e gli occhi completamente neri (Foto 1: Mack Snow Stripe e Foto 2: Super Mack Snow).

SUPERHYPO TANGERINE - Forse una delle selezioni più incredibili e colorate di sempre, infatti gli animali che presentano questa colorazione sono completamente privi di spot sul dorso e presentano un colore arancio più o meno carico su tutto il corpo.
Alcuni di questi gechi non presentano spot nemmeno sulla testa e spesso vengono definiti "Baldy" anche se ormai è un termine che si è quasi perso diventando sinonimo di Superhypo.
Inoltre alcuni esemplari presentano il colore arancio in modo più o meno esteso anche sulla coda e viene definito "Carrot Tail". Interessante vedere come sulla coda dove si manifesta il tangerine non si manifestano gli spot neri.
I Superhypo Tangerine sono stati incrociati con le varie linee di albino, producendo degli Superhypo Tangerine Albino, normalmente chiamati Sunglow (Foto 1: Superhypo Tangerine Eletric (il nome Eletric non è altro che il nome della selezione dato da Kelli di Hiss, Foto 2: Sunglow Tornado (anche in questo caso il nome Tornado non è altro che il nome della selezione di Superhypo tangerin dato da The Urban Geckos).

 

LINK ALLE PAGINE FACEBOOK DEGLI AMICI CHE HANNO CONTRIBUITO CON FOTO A QUESTO ARTICOLO:

Informazioni aggiuntive

  • PostTYpe: Single Image Post
Letto 74199 volte