fbpx

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA AI SENSI DEL REGOLAMENTO UE 2016/679 (GDPR)

 

TITOLARE DEL TRATTAMENTO DEI DATI

Italian Gekko Association - IGA
Via Motta, 20
42028 - Poviglio (RE)
Codice fiscale: 91159510352

Indirizzo email del Titolare:  info@italiangekko.net

 

TIPOLOGIE DI DATI RACCOLTI

Il conferimento dei dati comuni sono necessari per garantire rispettivamente l’esecuzione dei rapporti contrattuali e il rispetto di procedure amministrative interne, adempimento di obblighi di legge o regolamenti vigenti in Italia. 

Fra i Dati Personali raccolti, in modo autonomo o tramite terze parti, ci sono: Cookie, Dati di utilizzo, nome, numero di telefono, email.

Dettagli completi su ciascuna tipologia di dati raccolti sono forniti nelle sezioni dedicate di questa informativa o mediante specifici testi informativi visualizzati prima della raccolta dei dati stessi.
I Dati Personali possono essere liberamente forniti dall'Utente o, nel caso di Dati di Utilizzo, raccolti automaticamente durante l'uso di questo Sito Web.
Se non diversamente specificato, tutti i Dati richiesti da questo Sito Web sono obbligatori. Se l’Utente rifiuta di comunicarli, potrebbe essere impossibile per questo Sito Web fornire il Servizio. Nei casi in cui questo Sito Web indichi alcuni Dati come facoltativi, gli Utenti sono liberi di astenersi dal comunicare tali Dati, senza che ciò abbia alcuna conseguenza sulla disponibilità del Servizio o sulla sua operatività.
Gli Utenti che dovessero avere dubbi su quali Dati siano obbligatori, sono incoraggiati a contattare il Titolare.
L’eventuale utilizzo di Cookie - o di altri strumenti di tracciamento - da parte di questo Sito Web o dei titolari dei servizi terzi utilizzati da questo Sito Web, ove non diversamente precisato, ha la finalità di fornire il Servizio richiesto dall'Utente, oltre alle ulteriori finalità descritte nel presente documento e nella Cookie Policy, se disponibile.

L'Utente si assume la responsabilità dei Dati Personali di terzi ottenuti, pubblicati o condivisi mediante questo Sito Web e garantisce di avere il diritto di comunicarli o diffonderli, liberando il Titolare da qualsiasi responsabilità verso terzi.

 

MODALITÀ E LUOGO DEL TRATTAMENTO DEI DATI RACCOLTI

MODALITÀ DI TRATTAMENTO

Il Titolare adotta le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l’accesso, la divulgazione, la modifica o la distruzione non autorizzate dei Dati Personali. 
Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate. Oltre al Titolare, in alcuni casi, potrebbero avere accesso ai Dati altri soggetti coinvolti nell’organizzazione di questo Sito Web (personale amministrativo, commerciale, marketing, legali, amministratori di sistema) ovvero soggetti esterni (come fornitori di servizi tecnici terzi, corrieri postali, hosting provider, società informatiche, agenzie di comunicazione) nominati anche, se necessario, Responsabili del Trattamento da parte del Titolare. L’elenco aggiornato dei Responsabili potrà sempre essere richiesto al Titolare del Trattamento.

BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO

Il Titolare tratta Dati Personali relativi all’Utente in caso sussista una delle seguenti condizioni:

  • l’Utente ha prestato il consenso per una o più finalità specifiche; Nota: in alcuni ordinamenti il Titolare può essere autorizzato a trattare Dati Personali senza che debba sussistere il consenso dell’Utente o un’altra delle basi giuridiche specificate di seguito, fino a quando l’Utente non si opponga (“opt-out”) a tale trattamento. Ciò non è tuttavia applicabile qualora il trattamento di Dati Personali sia regolato dalla legislazione europea in materia di protezione dei Dati Personali;
  • il trattamento è necessario all'esecuzione di un contratto con l’Utente e/o all'esecuzione di misure precontrattuali;
  • il trattamento è necessario per adempiere un obbligo legale al quale è soggetto il Titolare;
  • il trattamento è necessario per l'esecuzione di un compito di interesse pubblico o per l'esercizio di pubblici poteri di cui è investito il Titolare;
  • il trattamento è necessario per il perseguimento del legittimo interesse del Titolare o di terzi.

E’ comunque sempre possibile richiedere al Titolare di chiarire la concreta base giuridica di ciascun trattamento ed in particolare di specificare se il trattamento sia basato sulla legge, previsto da un contratto o necessario per concludere un contratto.

 

LUOGO

I Dati sono trattati presso le sedi operative del Titolare ed in ogni altro luogo in cui le parti coinvolte nel trattamento siano localizzate. Per ulteriori informazioni, contatta il Titolare.
I Dati Personali dell’Utente potrebbero essere trasferiti in un paese diverso da quello in cui l’Utente si trova. Per ottenere ulteriori informazioni sul luogo del trattamento l’Utente può fare riferimento alla sezione relativa ai dettagli sul trattamento dei Dati Personali.

L’Utente ha diritto a ottenere informazioni in merito alla base giuridica del trasferimento di Dati al di fuori dell’Unione Europea o ad un’organizzazione internazionale di diritto internazionale pubblico o costituita da due o più paesi, come ad esempio l’ONU, nonché in merito alle misure di sicurezza adottate dal Titolare per proteggere i Dati.

Qualora abbia luogo uno dei trasferimenti appena descritti, l’Utente può fare riferimento alle rispettive sezioni di questo documento o chiedere informazioni al Titolare contattandolo agli estremi riportati in apertura.

 

PERIODO DI CONSERVAZIONE

I Dati sono trattati e conservati per il tempo richiesto dalle finalità per le quali sono stati raccolti.

Pertanto:

  • I Dati Personali raccolti per scopi collegati all’esecuzione di un contratto tra il Titolare e l’Utente saranno trattenuti sino a quando sia completata l’esecuzione di tale contratto.
  • I Dati Personali raccolti per finalità riconducibili all’interesse legittimo del Titolare saranno trattenuti sino al soddisfacimento di tale interesse. L’Utente può ottenere ulteriori informazioni in merito all’interesse legittimo perseguito dal Titolare nelle relative sezioni di questo documento o contattando il Titolare.

Quando il trattamento è basato sul consenso dell’Utente, il Titolare può conservare i Dati Personali più a lungo sino a quando detto consenso non venga revocato. Inoltre il Titolare potrebbe essere obbligato a conservare i Dati Personali per un periodo più lungo in ottemperanza ad un obbligo di legge o per ordine di un’autorità.

Al termine del periodo di conservazioni i Dati Personali saranno cancellati. Pertanto, allo spirare di tale termine il diritto di accesso, cancellazione, rettificazione ed il diritto alla portabilità dei Dati non potranno più essere esercitati.

 

FINALITÀ DEL TRATTAMENTO DEI DATI RACCOLTI

I Dati dell’Utente sono raccolti per consentire al Titolare di fornire i propri Servizi (fatturazione, rendicontazione, Ddt, ecc.) così come per le seguenti finalità: Statistica, Contattare l'Utente, Gestione remota dei propri impianti .

Per ottenere ulteriori informazioni dettagliate sulle finalità del trattamento e sui Dati Personali concretamente rilevanti per ciascuna finalità, l’Utente può fare riferimento alle relative sezioni di questo documento.

DETTAGLI SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

I Dati Personali sono raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:

  • SERVIZI AZIENDALI

I dati comuni verranno trattati con supporto dei seguenti mezzi: elettronici e cartacei

Finalità: adempimento di obblighi fiscali o contabili, elaborazione, stampa, imbustamento e spedizione fatture, Gestione del contenzioso (contratti, ordini, arrivi, fatture), Gestione della clientela (contratti, ordini, spedizione e fatture)

Dati Personali raccolti: email, nome e numero di telefono.

  • CONTATTARE L'UTENTE

Modulo di contatto (questo Sito Web)

L’Utente, compilando con i propri Dati il modulo di contatto, acconsente al loro utilizzo per rispondere alle richieste di informazioni, di preventivo, newsletter informative aziendali e di prodotto o di qualunque altra natura indicata dall’intestazione del modulo.

Dati Personali raccolti: nome,cognome, numero di telefono, email, Azienda, Indirizzo, Città, Provincia, Paese, CAP, Telefono e Sito web.

  • STATISTICA

I servizi contenuti nella presente sezione permettono al Titolare del Trattamento di monitorare e analizzare i dati di traffico e servono a tener traccia del comportamento dell’Utente.

Google Analytics con IP anonimizzato (Google Inc.)

Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”). Google utilizza i Dati Personali raccolti allo scopo di tracciare ed esaminare l’utilizzo di questo Sito Web, compilare report e condividerli con gli altri servizi sviluppati da Google.
Google potrebbe utilizzare i Dati Personali per contestualizzare e personalizzare gli annunci del proprio network pubblicitario.
Questa integrazione di Google Analytics rende anonimo il tuo indirizzo IP. L'anonimizzazione funziona abbreviando entro i confini degli stati membri dell'Unione Europea o in altri Paesi aderenti all'accordo sullo Spazio Economico Europeo l'indirizzo IP degli Utenti. Solo in casi eccezionali, l'indirizzo IP sarà inviato ai server di Google ed abbreviato all'interno degli Stati Uniti.

Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy – Opt Out.

Youtube

Youtube è una piattaforma di proprietà di Google, per la condivisione di video, che utilizza cookie per raccogliere informazioni degli utenti e dei dispositivi di navigazione. I video presenti nel sito non veicolano cookie all'accesso della pagina, essendo stata impostata l'opzione "privacy avanzata (no cookie)" in base alla quale YouTube non memorizza le informazioni sui visitatori a meno che essi non riproducano volontariamente il video. cookie: test_cookie .doubleclick.net non è un cookie permanente, ma è utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Per ulteriori informazioni sull'uso dei dati e sul loro trattamento da parte di Google si raccomanda di prendere visione delle informazioni all'apposita pagina predisposta da Google, e alla pagina sulle Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei partner.

  • PLUGIN SOCIAL NETWORK

Il presente sito incorpora anche plugin e/o bottoni per i social network, al fine di consentire una facile condivisione dei contenuti sui vostri social network preferiti. Tali plugin sono programmati in modo da non impostare alcun cookie all'accesso della pagina, per salvaguardare la privacy degli utenti. Eventualmente i cookie vengono impostati, se così previsto dai social network, solo quando l'utente fa effettivo e volontario uso del plugin. Si tenga presente che se l'utente naviga essendo loggato nel social network allora ha già acconsentito all'uso dei cookie veicolati tramite questo sito al momento dell'iscrizione al social network.
La raccolta e l'uso delle informazioni ottenute a mezzo del plugin sono regolati dalle rispettive informative privacy dei social network, alle quali si prega di fare riferimento.

Facebook - (link informativa cookie)
Twitter - (link informativa cookie)

  • GESTIONE REMOTA PROPRI IMPIANTI

I dati contenuti nella presente sezione, per mettono al gestore, di ricevere informazioni ed eventuali avvisi su anomalie che si possono verificare nell’impianto che si va a telecontrollare.

Gli avvisi sono di solito per e-mail e/o SMS.

Dati Personali raccolti: Nome, Cognome, indirizzo mail e numero di telefono del gestore di impianto.

Luogo del trattamento: Italia – Privacy Policy – Opt Out.

  

 DESTINATARI 

 I dati personali trattati potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati: 

 

a terzi ai quali sono affidate le comunicazioni e altre attività di trattamento ai quali la comunicazione dei dati è necessaria per ottemperare a norme di legge o regolamenti (adempimenti amministrativi, contabili e gestionali). 

I dati personali non saranno comunicati per altri scopi né, tanto meno, diffusi.

 

DIRITTI DELL’UTENTE

Gli Utenti possono esercitare determinati diritti con riferimento ai Dati trattati dal Titolare.

In particolare, l’Utente ha il diritto di:

  • revocare il consenso in ogni momento. L’Utente può revocare il consenso al trattamento dei propri Dati Personali precedentemente espresso.
  • opporsi al trattamento dei propri Dati. L’Utente può opporsi al trattamento dei propri Dati quando esso avviene su una base giuridica diversa dal consenso. Ulteriori dettagli sul diritto di opposizione sono indicati nella sezione sottostante.
  • accedere ai propri Dati. L’Utente ha diritto ad ottenere informazioni sui Dati trattati dal Titolare, su determinati aspetti del trattamento ed a ricevere una copia dei Dati trattati.
  • verificare e chiedere la rettificazione. L’Utente può verificare la correttezza dei propri Dati e richiederne l’aggiornamento o la correzione.
  • ottenere la limitazione del trattamento. Quando ricorrono determinate condizioni, l’Utente può richiedere la limitazione del trattamento dei propri Dati. In tal caso il Titolare non tratterà i Dati per alcun altro scopo se non la loro conservazione.
  • ottenere la cancellazione o rimozione dei propri Dati Personali. Quando ricorrono determinate condizioni, l’Utente può richiedere la cancellazione dei propri Dati da parte del Titolare.
  • ricevere i propri Dati o farli trasferire ad altro titolare. L’Utente ha diritto di ricevere i propri Dati in formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico e, ove tecnicamente fattibile, di ottenerne il trasferimento senza ostacoli ad un altro titolare. Questa disposizione è applicabile quando i Dati sono trattati con strumenti automatizzati ed il trattamento è basato sul consenso dell’Utente, su un contratto di cui l’Utente è parte o su misure contrattuali ad esso connesse.
  • proporre reclamo. L’Utente può proporre un reclamo all’autorità di controllo della protezione dei dati personali competente o agire in sede giudiziale.

DETTAGLI SUL DIRITTO DI OPPOSIZIONE

Quando i Dati Personali sono trattati nell’interesse pubblico, nell’esercizio di pubblici poteri di cui è investito il Titolare oppure per perseguire un interesse legittimo del Titolare, gli Utenti hanno diritto ad opporsi al trattamento per motivi connessi alla loro situazione particolare.

Si fa presente agli Utenti che, ove i loro Dati fossero trattati con finalità di marketing diretto, possono opporsi al trattamento senza fornire alcuna motivazione. Per scoprire se il Titolare tratti dati con finalità di marketing diretto gli Utenti possono fare riferimento alle rispettive sezioni di questo documento.

COME ESERCITARE I DIRITTI

Per esercitare i diritti dell’Utente, gli Utenti possono indirizzare una richiesta agli estremi di contatto del Titolare indicati in questo documento. Le richieste sono depositate a titolo gratuito e evase dal Titolare nel più breve tempo possibile, in ogni caso entro un mese.

 

 

ULTERIORI INFORMAZIONI SUL TRATTAMENTO

DIFESA IN GIUDIZIO

I Dati Personali dell’Utente possono essere utilizzati da parte del Titolare in giudizio o nelle fasi preparatorie alla sua eventuale instaurazione per la difesa da abusi nell'utilizzo di questo Sito Web o dei Servizi connessi da parte dell’Utente.
L’Utente dichiara di essere consapevole che il Titolare potrebbe essere obbligato a rivelare i Dati per ordine delle autorità pubbliche.

INFORMATIVE SPECIFICHE

Su richiesta dell’Utente, in aggiunta alle informazioni contenute in questa informativa, questo Sito Web potrebbe fornire all'Utente delle informative aggiuntive e contestuali riguardanti Servizi specifici, o la raccolta ed il trattamento di Dati Personali.

LOG DI SISTEMA E MANUTENZIONE

Per necessità legate al funzionamento ed alla manutenzione, questo Sito Web e gli eventuali servizi terzi da essa utilizzati potrebbero raccogliere Log di sistema, ossia file che registrano le interazioni e che possono contenere anche Dati Personali, quali l’indirizzo IP Utente.

INFORMAZIONI NON CONTENUTE IN QUESTA INFORMATIVA

Ulteriori informazioni in relazione al trattamento dei Dati Personali potranno essere richieste in qualsiasi momento al Titolare del Trattamento utilizzando gli estremi di contatto.

RISPOSTA ALLE RICHIESTE „DO NOT TRACK”

Questo Sito Web non supporta le richieste “Do Not Track”.
Per scoprire se gli eventuali servizi di terze parti utilizzati le supportino, l'Utente è invitato a consultare le rispettive privacy policy.

MODIFICHE A QUESTA PRIVACY POLICY

Il Titolare del Trattamento si riserva il diritto di apportare modifiche alla presente privacy policy in qualunque momento dandone informazione agli Utenti su questa pagina e, se possibile, su questo Sito Web nonché, qualora tecnicamente e legalmente fattibile, inviando una notifica agli Utenti attraverso uno degli estremi di contatto di cui è in possesso il Titolare . Si prega dunque di consultare regolarmente questa pagina, facendo riferimento alla data di ultima modifica indicata in fondo.

IDENTITÀ E DATI DI CONTATTO DEL RESPONSABILE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

 

Responsabile per la protezione dei dati personali è Emanuele Scanarini, che può essere contattato all’indirizzo di posta elettronica emanuele.scanarini@italiangekko.net oppure scrivendo all’indirizzo della sede di Italian Gekko Association - IGA, Via Motta, 20, 42028 Poviglio (RE).

 

COOKIE POLICY

Sul sito http://www.italiangekko.net e sugli altri siti di Italian Gekko Association - IGA utilizziamo i cookie per diverse finalità:

  • per migliorare l’esperienza di navigazione;
  • per gestire in maniera ottimale il processo di donazione;
  • per raccogliere dati sulla fruizione del sito da parte degli utenti (per esempio le pagine più viste, i canali di provenienza del traffico, le prestazioni del sito…), che ci permettono di migliorare contenuti, funzionalità e navigazione del sito;
  • per offrire al pubblico del nostro sito contenuti, e messaggi di raccolta fondi, di interesse – sia su questo sito sia al di fuori dello stesso (per esempio, su Facebook o su altre piattaforme pubblicitarie).

In questa informativa ti spieghiamo nel dettaglio i tipi di cookie che usiamo, cosa succede se neghi il consenso al loro utilizzo e le varie modalità con cui puoi gestire l’uso dei cookie sui tuoi dispositivi.

Innanzitutto ti ricordiamo che premendo il pulsante “SÌ, ACCETTO” presente sull’avviso relativo all’uso dei cookie acconsenti all’uso da parte nostra di cookie di “remarketing e profilazione”, anche di terze parti (vedi sotto). Usiamo anche cookie tecnici di prima parte, cookie analitici di terze parti e altri tipi di cookie: nella sezione “Quali cookie usiamo e come, da utente, puoi controllarli?” di questo documento trovi indicazioni dettagliate al riguardo.

In fondo a questo documento troverai la data di ultima revisione. Questo documento potrà essere aggiornato in qualsiasi momento, in base agli aggiornamenti e modifiche tecniche e funzionali che potremo fare su questo sito; questi eventuali aggiornamenti saranno validi a partire dalla loro pubblicazione su questo sito.

Riteniamo molto importante il tema dell’uso dei dati personali e del diritto alla riservatezza e per questo mettiamo la massima attenzione anche all’uso dei cookie e di tecnologie simili. Qualora navigando su questo sito notassi cookie diversi da quelli segnalati in questo documento, o per avere l’elenco aggiornato dei siti di Italian Gekko Association - IGA e per qualsiasi domanda su questo tema non esitare a contattarci scrivendo a info@italiangekko.net.

CHE COSA SONO I COOKIE?

Un cookie è un file di testo che viene inviato da un sito web al dispositivo usato dall’utente per visualizzarlo (computer, tablet, telefono…). Il cookie viene salvato sul dispositivo dell’utente per una durata prefissata (da qualche minuto fino a diversi mesi) e può essere letto dal sito che lo ha rilasciato. Un cookie contiene informazioni sul sito che lo ha rilasciato, sulla sua scadenza e dati specifici salvati sul singolo cookie.

In base alla loro provenienza, i cookie possono essere:

  • di prima parte, ovvero inviati direttamente dal nostro sito;
  • di terze parti, provenienti da altri siti e inviati attraverso il nostro sito.

Se guardiamo alla loro finalità, i cookie possono essere:

  • tecnici: servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall’utente e non vengono utilizzati per scopi ulteriori;
  • analitici: servono a raccogliere informazioni sul comportamento degli utenti del sito, come per esempio il numero di visite, le pagine più viste, i canali di provenienza dei visitatori. Li utilizziamo per raccogliere questi dati in forma anonima e aggregata;
  • di profilazione, inviati da terze parti: sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell’utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte… Attraverso le informazioni contenute in questi cookie, per esempio, possono essere trasmessi al dispositivo dell’utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

QUALI COOKIE USIAMO E COME, DA UTENTE, PUOI CONTROLLARLI?

COOKIE PER LA GESTIONE DEL CONSENSO

Per registrare sul tuo dispositivo il consenso all’uso dei cookie di “remarketing e profilazione”, utilizziamo un cookie tecnico che contiene informazioni su tale consenso o rifiuto; la sua assenza dal tuo browser o dal tuo dispositivo è considerata come rifiuto.

Origine: Italian Gekko Association - IGA.
Come bloccarlo: se non vuoi ricevere nessun tipo di cookie, puoi disattivarli totalmente dalle impostazioni del tuo browser (vedi sotto).

COOKIE DI SESSIONE

Questi cookie, necessari per una navigazione corretta e più sicura, contengono dei codici generati dal nostro server. Non contengono nessun tipo di informazione personale e non memorizzano i siti visitati; solitamente non sono memorizzati in maniera duratura sul dispositivo dell’utente e sono eliminati a fine navigazione, alla chiusura del browser o comunque dopo un lasso di tempo breve.

Origine: Italian Gekko Association - IGA.
Come bloccarlo: se non vuoi ricevere nessun tipo di cookie, puoi disattivarli totalmente dalle impostazioni del tuo browser (vedi sotto).

COOKIE ANALITICI (ANALYTICS) E PER STATISTICHE

Questi cookie di Google Analytics sono utilizzati per raccogliere, in forma anonimizzata, dati sull’utilizzo del sito da parte dei visitatori. Permettono, per esempio, di sapere quante persone visitano il sito, quali sono le pagine più viste, i canali di provenienza e altri dati sulla fruizione dei contenuti. Per saperne di più, ti consigliamo di leggere l’informativa completa di Google Analytics; puoi manifestare o ritirare il consenso all’uso di queste cookie attraverso gli strumenti messi a disposizione dai fornitori di questi servizi.

Origine: Google Analytics.
Informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy?hl=it e https://privacy.google.com/intl/it_ALL/your-security.html
Come bloccarlo: puoi usare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics, scaricabile da https://tools.google.com/dlpage/gaoptout

COOKIE DI FUNZIONALITÀ E PUBBLICITARI PER GLI ELEMENTI MULTIMEDIALI DEL SITO

Questi cookie di terze parti servono per il funzionamento degli elementi multimediali presenti sul nostro sito, come per esempio i video di YouTube, le mappe di Google, gli strumenti di condivisione sui social network, i widget dei social network. I dati raccolti dai soggetti terzi potrebbero essere usati per scopi ulteriori, anche pubblicitari. Puoi manifestare o ritirare il consenso all’uso di queste cookie attraverso gli strumenti messi a disposizione dai fornitori di questi servizi.

Origine: terze parti.
Informative e informazioni su come controllare il loro uso: usa i link che trovi qui sotto.

Google e Youtube: https://policies.google.com/privacy?hl=it e https://privacy.google.com/intl/it_ALL/your-security.html
AddThis: http://www.addthis.com/privacy e http://www.addthis.com/privacy/opt-out
Facebook: https://www.facebook.com/policies/cookies/

COOKIE DI REMARKETING E PROFILAZIONE

Questi cookie di terze parti ci permettono di servire annunci personalizzati in base al comportamento di navigazione degli utenti sul nostro sito, anche su piattaforme e circuiti esterni quali per esempio Facebook e Instagram.

Origine: terze parti.
Informative e informazioni su come controllare il loro uso: usa i link che trovi qui sotto.

Google e Youtube: https://policies.google.com/privacy?hl=it e https://privacy.google.com/intl/it_ALL/your-security.html
AddThis: http://www.addthis.com/privacy e http://www.addthis.com/privacy/opt-out
Facebook: https://www.facebook.com/policies/cookies/

E SE NON VOGLIO NESSUN COOKIE O SE LI VOGLIO ELIMINARE DAL MIO BROWSER?

Puoi disabilitare i cookie dalle impostazioni del tuo browser – quando lo fai, ricordati anche di cancellare tutti i cookie già presenti, per sicurezza. Ti segnaliamo qui i link alle istruzioni per disabilitare i cookie nei browser più diffusi (link verificati alla data di ultimo aggiornamento di questo documento):

CHROME https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
FIREFOX https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
INTERNET EXPLORER https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
OPERA http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
SAFARI https://support.apple.com/kb/ph21411?locale=it_IT
SAFARI (iOS) https://support.apple.com/it-it/HT201265

Se disabiliti i cookie, non saremo in grado di garantirti il funzionamento ottimale del sito.

PER APPROFONDIRE

Se hai dubbi o domande ulteriori riguardo all’argomento o all’uso che facciamo dei cookie, o per segnalazioni, puoi scriverci a info@italiangekko.net.

Per ulteriori informazioni sui cookie in generale, puoi visitare il sito www.allaboutcookies.org.

Martedì, 17 Marzo 2020 16:15

Scheda allevamento - Correlophus ciliatus (Geco crestato / Crested gecko) - Guichenot 1866 In evidenza

Scritto da

Tassonomia e nomenclatura

Famiglia:
Diplodactylidae

Genere:
Correlophus

Specie:
Correlophus ciliatus

Sinonimi:
Correlophus ciliatus - Guichenot 1866
Rhacodactylus ciliatus - Boulenger 1883
Rhacodactylus ciliatus - Boulenger 1885
Rhacodactylus ciliatus - Roux 1913
Rhacodactylus ciliatus - Wermuth 1965
Rhacodactylus ciliatus - Kluge 1993
Rhacodactylus ciliatus - Rösler 2000
Correlophus ciliatus - Bauer, Whitaker, Sadlier & Jackman 2012
Rhacodactylus ciliatus - Bauer 2013 (plates)

 

Il genere Correlophus è stato classificato per la prima volta nel 1866 da Guichenot e C. ciliatus è la specie tipo, cioè l'animale che ha dato origine al genere stesso.
Correlophus include 3 specie: C. belepensis (Bauer et al. 2012), C. ciliatus (Guichenot 1866) e C. sarasinorum (Roux 1913).

Correlophus ciliatus è una specie resuscitata, infatti, nel 1993 Bauer e Sadlier dichiararono che probabilmente questo geco fosse estinto, ma a metà degli anni '90 (Storelli 1994; Seipp & Klemmer 1994; Kullmann 1995) fu dichiarata la presenza di questa specie sull'Isola dei Pini (Île des Pins).

 

Distribuzione

Correlophus ciliatus è endemico delle foreste del Sud della Nuova Caledonia, un arcipelago situato al largo della costa Est dell'Australia.

 

Descrizione e abitudini di vita

Correlophus ciliatus è un geco dall'aspetto inconfondibile, grazie a due file di squame cilindriche allungate che partono da dietro le orbite e terminano alla fine del dorso, in alcuni esemplari fino all'attaccatura della coda. Proprio da queste file di squame deriva il nome della specie "ciliatus" e anche il nome comune "crested gecko" o "geco crestato".

Questa specie raggiunge una lunghezza complessiva di circa 25-27cm. La coda lunga, cilindrica e con la punta dotata di lamelle adesive (setae), costituisce l'40-50% della lunghezza totale. Inoltre, quest'ultima ha 2 caratteristiche particolari: è prensile e, come in molte altre specie, è in grado di essere distaccata dal corpo per fuggire dai predatori (autotomia), anche se a differenza della quasi totalità dei gechi, una volta autotomata non è in grado di ricrescere.
La testa è larga e allungata, con narici evidenti sulla punta del muso e occhi piuttosto grandi posti lateralmente; non sono presenti palpebre mobili ma una lente sovraoculare atta a proteggerli.
Le squame su tutto il corpo sono granulari e di dimensioni omogenee; la pelle presenta delle piccole grinze sulla parte ventrale dei fianchi.
Gli arti sono ben staccati dal corpo e robusti: quelli posteriori, nella parte caudale, presentano delle piccole creste. Le dita sono munite di unghie e lamelle espanse e unite su tutta la superficie subdigitale.


La colorazione di questi gechi è molto variabile, sul dorso può presentare toni di oliva, giallo, rosso, marrone e grigio. La livrea può essere composta da semplici tigrature di un toni più chiari o più scuri rispetto al resto del corpo, come può essere composta da bande o chiazze più o meno sviluppate e di una colorazione completamente differente dal resto del corpo, in alcuni casi non è presente nessuna livrea.
Il ventre è ricoperto da squame granulari con una colorazione che varia dal beige al colore di fondo del resto del corpo, in alcuni casi può presentare chiazze irregolari del colore della livrea.
La colorazione dei gechi crestati può variare molto in base alle temperature ambientali e/o alle fasi di attività, infatti, in terrariofilia vengono utilizzati 2 termini per definire le fasi di colore:

  • Fired Up: quando il geco è attivo, spesso di notte con temperature adatte all'attività del geco e in cui i colori sono più sgargianti;
  • Fired Donw: quando il geco dorme, quindi di giorno o quando le temperature non permettono la massima attività metabolica.

 

Correlophus ciliatus è un geco arboricolo e notturno, popola le foreste della Nuova Caledonia, dai cespugli più bassi fino ai 4-5 metri dal suolo. La sua dieta è prevalentemente composta da insetti e piccoli vertebrati, ma si nutre anche di frutta.

Correlophus ciliatus, Habitat - Copyright: Exo Terra 

Allevamento

Come molti altri gechi, Correlophus ciliatus è un animale piuttosto territoriale, quindi non è possibile allevare più maschi nello stesso terrario poiché si rischiano zuffe con conseguenze più o meno gravi. Invece, con un terrario di buona dimensioni, si può provare a tenere assieme un maschio e due o tre femmine; anche in questo caso però bisogna tenere ben monitorata la convivenza per essere certi che gli animali non si azzuffino e trovino velocemente un equilibrio.
Per allevare un singolo C. ciliatus o una coppia, le dimensioni minime per un terrario sono: 40x40x60cm possibilmente sviluppato in altezza.
Il terrario può essere di qualsiasi materiale a patto che resista bene all'umidità. Nel caso in cui si preferisse il legno sarebbe opportuno utilizzare un buon laminato e siliconare le fughe tra un'asse e l'altra;
In un terrario dove l'umidità relativa dovrà essere piuttosto elevata, saranno necessarie delle buone prese d'aria disposte sui lati opposti del terrario, una in alto e una in basso; in questo modo si otterrà un ottimo ricircolo d'aria.

Correlophus ciliatus in terrario

L'allestimento del terrario non richiede obbligatoriamente l'uso di ciotole per l'acqua, poiché questi gechi tendono ad abbeverarsi leccando le gocce che si accumulano sulle foglie delle piante o sui lati del terrario durante le nebulizzazioni.

La Nuova Caledonia è caratterizzata da un clima temperato, ciò significa che in inverno le temperature minime in foresta raramente scendono sotto ai 10°C e in estate si mantengono attorno ai 28°-29°C.
Quindi, alle temperature di casa, C. ciliatus è in grado di vivere senza ulteriori fonti di calore. Solo in inverno, se le temperature scenderanno sotto i 15°C per lunghi periodi, sarà necessaria una fonte di calore termostatata come un tappetino o un cavetto riscaldante della giusta potenza.
Al contrario, le temperature troppo elevate possono costituire un problema per la salute di questi gechi; sopra ai 30°C iniziano ad essere particolarmente agitati e a volte aggressivi; temperature superiori per periodi prolungati possono condurre ad uno stato di sofferenza. Sopra i 33°C esiste il rischio di morte, soprattutto se il terrario non viene tenuto ben umido e areato, in modo da riuscire a dare momenti di refrigerio all'animale.
In definitiva, le temperature ideali estive si aggirano in un range tra i 25° e i 30°C.



Un fattore ambientale molto importante nella gestione del geco crestato è l'umidità, infatti, l'umidità relativa dovrà essere circa dell'80%, con picchi giornalieri che si possono ottenere tramite nebulizzazioni d'acqua nel terrario.
L'umidità varierà in base alla stagione: in primavera ed estate andrà tenuta abbastanza elevata e nel periodo più caldo un paio di nebulizzazioni giornaliere aiuteranno il geco a mantenere una buona temperatura corporea e un'ottima idratazione; in inverno, con l'abbassarsi delle temperature, si ridurranno anche le nebulizzazioni ad una ogni due giorni. Nel periodo più freddo è opportuno non bagnare gli animali e nebulizzare l'ambiente una volta alla settimana; in questo periodo si potrà aggiungere una ciotola d'acqua da cui gli animali potranno abbeverarsi.

L'umidità ambientale è importante sia per tenere idratato l'animale, che per permettergli di eseguire la muta senza complicazioni. La muta o cambio della pelle, è un processo comune a tutti i rettili; nei gechi crestati si può notare perché, prima del distacco della pelle morta (exuvia), i colori di tutto il corpo diventano opachi e quando la vecchia epidermide inizierà a sollevarsi, il geco se la toglierà di dosso con la bocca e la mangerà. Si pensa che la muta venga mangiata per coprire le proprie tracce a potenziali predatori, dato che a livello nutrizionale non apporta alcun beneficio.
Il processo di muta si innesca con periodicità casuale, più spesso nei giovani in fase di crescita e nel passaggio dalla stagione calda a quella fredda, o viceversa.
Non sempre sarà possibile vedere il geco mutare, questo perché spesso la muta avviene durante la notte.

 

Terrario naturalistico

Per allevare Correlophus ciliatus la soluzione migliore è un terrario naturalistico o che si avvicini il più possibile ad esso. In primis perché il substrato naturale, come la torba o la fibra di cocco, è ottimo per mantenere un buon tasso di umidità ambientale.
Un buon substrato per un terrario naturalistico dovrà essere realizzato mettendo alla base alcuni centimetri di argilla espansa, coperta poi con una rete a maglie piccole o con un velo di tessuto non tessuto. Una volta preparato il fondo drenante si potranno aggiungere circa 5cm di substrato composto da torba e/o fibra di cocco. In fine, anche per effetto scenico, si potranno aggiungere foglie secche e/o trinciato di cocco.
Questo tipo di substrato è ottimo per mantenere l'umidità e l'argilla espansa sul fondo aiuterà a drenare l'acqua nebulizzata in superficie.
Per mantenere pulito substrato da insetti morti, muffe e feci si possono aggiungere invertebrati detritivori come isopodi (ad esempio Trichorhina tomentosa) e/o collemboli tropicali (Collembola).
Al'interno del terrario naturalistico sarà opportuno inserire qualche pianta sia per abbellirlo che per offrire ripari agli animali. Sono numerose le piante adatte al terrario dei gechi crestati tipo Pothos aureusPhilodendron scandens, Ficus robusta e tutte quelle che si adattano ad ambienti umidi (per approfondimenti vedere l'articolo Piante da terrario).
Un altro elemento importante in un buon terrario per C. ciliatus sono i rami; questi gechi si spostano parecchio da un ramo all'altro anche saltando. Inoltre, si dovranno mettere alcune cortecce o tubi di sughero utili come ripari.

 

Terrario asettico

Questo tipo di terrario è particolarmente idoneo alle quarantene di nuovi animali o all'allevamento dei piccoli nelle prime settimane dopo la nascita; questo perché l'arredamento minimale permetterà di monitorare costantemente gli animali. Di contro si avrà un'umidità poco stabile a causa del substrato di solito composto da carta assorbente.
Il terrario asettico andrà quindi allestito con carta assorbente come substrato, da sostituire frequentemente, qualche tubo di spunga (quella per l'isolamento idraulico) e un paio di rami (anche finti). Si possono aggiungere piante finte per dare un aspetto più accattivante.
In questo set-up è obbligatoria la tana umida creata ad esempio con una scatola per alimenti con coperchio forato (che fungerà da accesso) e contenente torba o fibra di cocco sempre umidi. Questa servirà per aiutare gli animali a effettuare una muta corretta e offrirà alle femmine gravide un rifugio in cui deporre.

Un buon compromesso tra naturalistico e asettico è un terrario semi-naturalistico, composto da arredamento naturale ma minimale: substrato di torba o fibra di cocco da tenere sempre umido (volendo si possono inserire invertebrati detritivori), qualche ramo e qualche corteccia come riparo. In questo modo si avranno sempre buoni parametri ambientali, ma si potrà tener monitorati gli animali senza grandi difficoltà. Inoltre, anche trovare le uova in pochi centimetri di substrato non sarà complicato come in un vero e proprio naturalistico. 

Qualsiasi sia il metodi d'allevamento scelto, un sistema automatico di nebulizzazione può essere una buona soluzione per tenere umidi gli animali, soprattutto nel periodo estivo. 

Come illuminazione del terrario si può scegliere di usare una striscia al LED e/o una compatta UVB al 5%. Gli UVB non sono obbligatori per questa specie, ma sicuramente giovano alla salute degli animali.
In caso di alloggiamento in una stanza ben illuminata e di un terrario in materiale trasparente è possibile non aggiungere fonti luminose. Tuttavia, in un terrario con piante vive diventa abbastanza indispensabile.

 

Alimentazione

Correlophus ciliatus è prevalentemente carnivoro; in natura si nutre prevalentemente di insetti e piccoli vertebrati (tra cui altri gechi), ma integra la dieta con frutta e polline. Pe questo motivo anche in cattività la dieta dovrà comprendere sia insetti che frutta.

Gli insetti più adatti come base della dieta dei gechi crestati sono i grilli (Acheta domestica, Gryllus assimilis, ecc...) e le blatte (Principalmente Shelfordella lateralis e Blaptica dubia), che andranno somministrati della giusta taglia in base all'età dell'animale. Come di norma, le prende non dovrebbero essere più lunghe della testa e più larghe dello spazio tra gli occhi del geco.
Almeno un pasto a settimana sarà invece costituito da frutta che può essere somministrata sotto forma di omogeneizzato per bambini, puree, frullati, ecc...

La dieta di Correlophus ciliatus deve però essere correttamente integrata; offrire solo insetti e frutta potrebbe portare a problematiche metaboliche o nutrizionali.
Il primo elemento che dev'essere somministrato con regolarità è il calcio puro, da spolverizzare sulle prede e da lasciare a disposizione dei gechi in un piccolo contenitore. Mentre, almeno una volta alla settimana, andrà somministrato calcio + Vitamina D3; questa vitamina è indispensabile per far sì che il geco assimili il calcio, soprattutto in assenza di radiazioni UVB, che consentono all'animale la produzione autonoma della vitamina. Il modo più sicuro per somministrare calcio e vitamina D3 è aggiungerlo direttamente alle pappette a base di frutta.

In commercio, negli ultimi 15 anni, sono stati presentati diversi prodotti per l'integrazione della dieta dei Correlophus ciliatus; alimenti che oltreoceano vengono usati come unica dieta. In realtà, una dieta basata su un solo alimento sul lungo periodo potrebbe non giovare alla salute del geco; inoltre, le quantità devono essere molto ridotte onde evitare obesità e appesantimento del fegato (con rischio di steatosi epatica).
Quindi il miglior metodo per nutrire questi gechi è la somministrazione regolare di insetti integrata con pasti a base di frutta e prodotti appositi.

Come preparati da aggiungere alla frutta i migliori sono: Repashy Crested Gecko Diet - Classic, tutta la gamma Pangea diet, Habistat Crested gecko Diet (con o senza insetti) e tutta la gamma Leapin' Leachies Geckos Diet.
Questi prodotti andranno ad integrare la frutta; il rapporto medio è: 1 cucchiaino da caffè di prodotto per 100gr di frutta.

Alcuni allevatori non utilizzano preparati commerciali per integrare la dieta dei propri gechi, ci sono diverse soluzioni che si possono applicare, ma in questa scheda non verrà indicata una dieta casalinga, principalmente perché l'integrazione alimentare varia in base all'età del geco e quindi anche le quantità e le tipologie di prodotti da aggiungere alla frutta.
Quindi soprattutto per i neofiti, è meglio impiegare preparati appositi, che sporadicamente si potranno variare con qualche pappetta di propria produzione magari a base di frutta fresca, spirulina (un'alga marina), polline, miele, pappa reale, una piccola quantità di omogeneizzato al pollo senza sale, ecc...


Tabella indicativa pasti

 

Giorno 1
Giorno 2
Giorno 3
Giorno 4
Giorno 5
Giorno 6
Giorno 7
Giorno 8
Giorno 9
Giorno 10
Da 0 a 4 mesi
 Insetti Digiuno Frutta Digiuno Insetti Digiuno Frutta Digiuno Insetti Digiuno
Da 4 a 18 mesi
 Digiuno Frutta Insetti Digiuno Digiuno Frutta Digiuno Insetti Digiuno Digiuno
Dopo i 18 mesi
Insetti Digiuno Digiuno Frutta Digiuno Digiuno Digiuno Insetti Digiuno Digiuno
 NB: Mediamente un pasto ad insetti è composto da 3-4 grilli o blatte della taglia adeguata al geco.
Lo stesso vale per la frutta/pappette, non eccedere con le quantità e proporzionarle alla taglia del geco.
La voce "frutta" è da intendersi con integrazioni di vario genere.
Pasti troppo abbondanti possono causare digiuni non programmati, ma non è grave, se il geco non mangia mangerà.
La tabella è indicativa, a volte si può variare tipo di insetto o invertire un pasto ad insetti con uno a frutta.


Dimorfismo sessuale

Correlophus ciliatus manifesta in modo evidente i caratteri sessuali a partire dagli 8 mesi circa, periodo nel quale i maschi sviluppano gli emipeni, quindi si potrà notare un rigonfiamento globoso alla base della coda, assente nelle femmine.
Un altro carattere identificativo tra maschi e femmine sono i pori pre-cloacali/femorali, presenti solo nei maschi e disposti in 2 o 3 file, in un numero complessivo variabile dalle 40 alle 60 squame. I pori sono posti al centro delle squame ventrali che si trovano nella zona sopracloacale e che si possono estendere fino a metà coscia.
Alcuni allevatori, con un occhio molto allenato e con una buona lente di ingrandimento, sostengono di poter identificare i pori femorali dei maschi anche a 3-4 mesi di età, ma l'affidabilità di questi sessaggi non è sicura al 100%.

Riproduzione

Correlophus ciliatus per potersi riprodurre senza rischi deve raggiungere almeno l'anno e mezzo di età e un peso di almeno 35 grammi. Può succedere che alcuni esemplari raggiungano precocemente la maturità sessuale, ma riprodurre animali troppo piccoli (sia di età che di taglia) può causare problemi, in particolare alle femmine che devono produrre le uova.



I gechi crestati sono particolarmente prolifici, infatti, se non rispettati i giusti cicli stagionali o separati i due riproduttori al termine della stagione, potrebbero arrivare a riprodursi tutto l'anno, con gravi conseguenze sulla salute delle femmine. Una femmina di C. ciliatus che non effettua un riposo riproduttivo può iniziare a manifestare i primi sintomi di malessere già al secondo anno di riproduzione (distocia e/o malattia osseo-metabolica, ecc...).
Quindi per la salute dei propri animali è necessario un periodo di bruma, cioè una fase dell'anno che emuli l'inverno e che produca un rallentamento metabolico.
Il metodo migliore per mandare in bruma gli animali è seguire il ciclo stagionale, quindi verso metà novembre si inizieranno ad abbassare le temperature, in 2-3 settimane si arriverà ad avere una temperatura diurna tra i 18° e i 20°C, mentre la notturna tra i 15° e i 16°C. La stagione fredda, comporta anche una diminuzione dell'umidità relativa e quindi delle nebulizzazioni ambientali, che andranno ridotte a 2 alla settimana e senza bagnare gli animali. Spruzzare l'acqua direttamente sui gechi durante l'inverno abbasserà eccessivamente la loro temperatura corporea causandogli problemi di salute.
A questo range di temperature i maschi smettono di corteggiare le femmine e queste di ovulare e produrre uova. Raggiunte le temperature minime gli animali potrebbero smettere di nutrirsi, fattore normale e che non deve allarmare.
Il periodo freddo dovrà durare circa 2 mesi, quindi attorno alla fine di Gennaio si inizieranno ad alzare le temperature, riportandole al normale range di gestione.
Durante l'aumento delle temperature sarà opportuno nutrire adeguatamente gli animali, in modo da rimetterli in forza prima che inizino le riproduzioni.
Se non è possibile ottenere le temperature invernali, è necessario dividere gli animali per 3 mesi l'anno durante la stagione fredda, in questo modo la femmina dovrebbe smettere di deporre, anche se per ritenzione spermatica potrebbe continuare a farlo per più di una volta.

L'innalzamento delle temperature e delle nebulizzazioni stimolerà l'istinto riproduttivo degli animali; in questa fase il maschio inizierà a corteggiare la femmina emettendo dei lievi versi simili a squittii, se lei sarà ricettiva lo lascerà avvicinare, a questo punto lui afferrandola con la bocca per il collo la bloccherà e avvicinando lateralmente il corpo darà origine al vero e proprio accoppiamento.
Se la femmina non avrà ancora ovulato cercherà di allontanare il maschio con dei vocalizzi simili a piccoli urli e se lui non desisterà inizierà a morderlo; in questo caso gli animali vanno divisi onde evitare che si feriscano. Si potrà poi ritentare in un secondo momento l'accoppiamento, ma fin quando lei non accetterà il maschio sarà necessario stabularli singolarmente.
Ciò nonostante, diversi animali vivono assieme tutto l'anno senza crearsi problemi, sia in coppia che in piccoli harem.
Gli accoppiamenti si susseguiranno regolarmente a cadenza casuale per tutta la stagione riproduttiva.

Dall'accoppiamento alla deposizione possono passare dalle 2 alle 6 settimane, la durata della gestazione cambia in base al momento in cui la femmina ha ovulato e alle temperature ambientali, più sarà caldo e prima la femmina deporrà. Una femmina in buona salute in una stagione riproduttiva arriverà a deporre 6-7 coppie di uova, ogni 2-3 settimane.
Le femmine depongono le uova nel substrato e solitamente, già 2-5 giorni prima della deposizione iniziano a scavare nel substrato per trovare il punto giusto in cui deporre (o nella tana umida in terrario semi-sterile).
Le uova si presentano di forma allungata e guscio pergamenaceo, quindi morbide al tatto.
In terrario naturalistico le uova possono anche essere lasciate nel substrato, può però risultare un problema al momento della schiusa perché gli adulti potrebbero predare la prole, oppure un piccolo non trovato immediatamente potrebbe fuggire o morire di fame. 

Per ottenere il maggior numero di schiuse sarà quindi opportuno rimuovere le uova dal terrario e posizionarle in incubatrice.
Le uova andranno riposte in una scatoletta contenente perlite umida (si sconsiglia la vermiculite perché alla schiusa può essere ingerita dai piccoli e ucciderli). Il substrato di incubazione andrà inumidito in rapporto 1:1 (perlite:acqua).
In caso non si avesse una bilancia precisa, un buon metodo alternativo per inumidire la perlite è bagnarla fino ad infradiciarla e scolarla bene (premendola un po').

Le uova andranno incubate a 23°-24°C, anche se il range ottimale di incubazione va dai 20° ai 27°C. Le tempistiche di incubazione variano in base alle temperature, a 20°C le uova schiuderanno in 120 giorni circa, mentre a 27°C ne impiegheranno mediamente 60. Temperature superiori ai 27°C possono causare problemi agli embrioni, da non escludersi la morte, al contrario a temperature più basse di 20°C le uova schiuderanno, ma più sarà bassa la temperatura e più gli embrioni si svilupperanno lentamente. Il record conosciuto di incubazione è di 15°C, l'uovo è schiuso in 360 giorni.

La determinazione dei sessi dei cuccioli, a differenza di molte altre specie, non dipende nè dal maschio, nè dalle temperature di incubazione, ma bensì dalla femmina.
Infatti, al contrario di quelle specie in cui i cromosomi sessuali sono XX o XY ed è lo sperma del maschio a determinare il sesso dei nascituri contenendo entrambi i gameti sessuali, in Correlophus ciliatus i cromosomi sessuali si identificano con ZZ o ZW ed è il corredo cromosomico della femmina a contenerli entrambi (Per approfondimenti sulla determinazione dei sessi dei gechi si consiglia la lettura di: Restriction Site-Associated DNA Sequencing (RAD-seq) Reveals an Extraordinary Number of Transitions among Gecko Sex-Determining Systems - Gamble et al. 2015).

Allevamento cuccioli

Al momento della nascita i piccoli misureranno circa 4 cm totali e saranno completamente formati e autonomi. Si consiglia di alloggiarli singolarmente in piccoli box (un cubo da 20cm è idoneo per alcuni mesi), alcuni allevatori le prime settimane di vita allevano assieme i 2 piccoli nati dalla stessa deposizione, dopo per evitare eccessiva competizione alimentare vengono comunque separati.
I primi 7-10 giorni si consiglia la gestione su carta assorbente, in modo che si possano monitorare attentamente gli animali, stando attenti che eseguano bene la prima muta e che inizino a mangiare. Nei primi mesi di vita non sono necessari allestimenti coreografici, bastano un paio di rami e una corteccia come rifugio.

Baby Geco crestato
Baby Correlophus ciliatus alloggiato su carta con un pezzo di corteccia di sughero.

Dalla nascita al primo pasto possono passare 5-7 giorni, questo perché il geco trae ancora il nutrimento dal sacco vitellino non ancora completamente riassorbito; dopo questo primo periodo si potrà iniziare a provare a nutrire i piccoli (frutta o insetti a discrezione dell'allevatore).

I parametri ambientali da mantenere per la gestione dei piccoli sono i medesimi degli adulti; alcuni allevatori sconsigliano la bruma, ma in realtà un animale sano, anche se giovane, non avrà problemi ad affrontarla.

Tutela e protezione

Attualmente la Nuova Caledonia ha vietato la cattura e l'esportazione di Correlophus ciliatus, ma non è protetto da leggi internazionali, anche se nella IUCN red list è indicato come "Vulnerable".

Curiosità

La facilità con cui si può allevare e riprodurre il geco crestato e la gamma di colori che presenta l'ha reso uno dei rettili più apprezzati da allevatori e appassionati.

Ogni colorazione viene definita "morph" ha un nome che la identifica, ad esempio i dalmatian son caratterizzati da punti neri più o meno numerosi, gli harlequin sono quegli esemplari con macchie di colore su arti, fianchi e dorso, ecc... inoltre anche le colorazioni vengono identificate con terminologie inglesi red (rosso), yellow (giallo), orange (arancio), ecc...
Ci sono però alcune curiosità da sapere riguardo a queste mutazioni di colore.

Prima di tutto, quasi tutte le colorazioni presenti in terrariofilia sono rinvenibili anche in natura (non come nel geco leopardino dove la livrea tipica è a chiazze marroni o nere, con fondo giallo, bianco o nocciola), ci sono poche eccezioni. In primis le selezioni, cioè se in natura è possibile trovare un harlequin un extreme-harlequin inizia ad allontanarsi dalla forma naturale, un po' come un superdalmatian, cioè un animale con un numero di punti neri molto elevato.
Un'altra colorazione che non è comune in natura è quella chiamata Lilly White, animali che presentano una buona parte del corpo totalmente depigmentata e completamente bianca. Potrebber ricordare una forma di piebaldismo, ma geneticamente invece di essere recessivo è dominante incompleto.
La seconda curiosità riguardante le colorazioni di C. ciliatus è che sono poligenetiche, quindi poche si trasmettono seguendo la classica tabella mendeliana, ad oggi si sa che il Dalmatian e il Pinstripe sono dominanti, il Lilly White dominante incompleto e pare che l'Axanthic sia recessivo.
Ciò non significa che le altre colorazioni non possano essere trasmesse alla prole, ma semplicemente che per poter tramandare in modo netto o maggiorato un carattere andrà fatto un lavoro di selezione su una o più caratteristiche che siano di colore o di livrea.
La terza ed ultima curiosità sulla morfologia del geco crestato deriva da alcune osservazioni fatte in natura. Dalle spedizioni in Nuova Caledonia risalenti a metà degli anni 90' era stato evidenziato come C. ciliatus nell'areale distributivo più a Nord fosse di dimensioni maggiori rispetto a quelli a Sud, inoltre, anche i colori cambiavano ad esempio quella che viene definito come "tiger" sarebbe il pattern tipico degli animali del Nord, mentre i "Fire" e gli "Harlequin" sono tipicamente del Sud. Purtroppo queste differenze di popolazione si sono mischiate in allevamento, quindi ad oggi non sono più caratteristiche utili all'identificazione di popolazione.



 

Letto 27601 volte